Emergenza rifiuti, Caldoro ascoltato per due ore dai pm

Emergenza rifiuti, Caldoro ascoltato per due ore dai pm

Emergenza rifiuti, Caldoro ascoltato per due ore dai pm

ROMA - Il presidente della Regione Campania e commissario per la Sanità, Stefano Caldoro, indagato per epidemia colposa nell'ambito di un nuovo fascicolo di inchiesta sull'emergenza rifiuti, è stato ascoltato per circa due ore dai magistrati di Napoli. Alla fine dell'interrogatorio non ha rilasciato dichiarazioni. Secondo fonti giudiziarie il presidente avrebbe spiegato ai pubblici ministeri le proprie azioni, corredando la dichiarazioni con alcuni documenti.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Caldoro, che non è l'unico indagato, è rientrato nell'inchiesta perché avrebbe omesso di adottare un'ordinanza per la gestione dei flussi di rifiuti tra le province della Campania. Secondo il vicesindaco Tommaso Sodano, restano per strada 1500 tonnellate di rifiuti, che dovrebbero ridursi ulteriormente nelle prossime ore. All'inizio erano 2.500.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -