Emilia-Romagna, il prossimo anno 330 scuole con un dirigente a metà

Emilia-Romagna, il prossimo anno 330 scuole con un dirigente a metà

BOLOGNA - Nel prossimo anno scolastico 330 scuole dell'Emilia-Romagna rischiano di avere un Dirigente Scolastico a "mezzo servizio". Questo denunciano i deputati del PD regionale che hanno presentato una interrogazione al ministro Gelmini - prima firmataria, l'onorevole Manuela Ghizzoni - chiedendo tempi e modalità del concorso che dovrebbe nominare i nuovi Dirigenti.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'attesa per il nuovo concorso, che dovrebbe bandire oltre 2.800 posti a livello nazionale, si protrae ormai da alcuni anni. Una situazione insostenibile, "una gravissima e annosa carenza di Dirigenti Scolastici - si legge nel testo dell'interrogazione - che determina nocumento al buon funzionamento delle autonomie scolastiche, costrette ad uno stato di sofferenza gestionale ed istituzionale". Le scuole vacanti sono infatti tuttora affidate a Dirigenti di altri istituti, che svolgono in regime supplenza le proprie funzioni. Un "mezzo servizio" che non può diventare la regola e che conferma il tetro proposito del governo di "affossare la scuola pubblica", commenta Ghizzoni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -