Enti Pubblici: decreto Brunetta, sinistra esprime solidarietà a dipendenti pubblici

Enti Pubblici: decreto Brunetta, sinistra esprime solidarietà a dipendenti pubblici

BOLOGNA - "Esprimere solidarietà ai dipendenti della funzione pubblica colpiti da un decreto che li mortifica e penalizza economicamente senza valorizzare merito e qualità".

 

È quanto chiede alla Giunta regionale una risoluzione presentata da numerosi consiglieri dei gruppi assembleari del pd, sd, pdci e prc, primo firmatario Gian Luca Rivi, in relazione al decreto 112/200 'Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria". A parere dei consiglieri il decreto "interviene pesantemente su molti aspetti del rapporto di lavoro pubblico, anche su alcuni tradizionalmente oggetto di contrattazione sindacale", con provvedimenti che "non mirano alla valorizzazione del merito, ma ad una pura riduzione percentuale che non potrà che penalizzare la qualità dei servizi.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Tutta la struttura del decreto in questione - sottolineano ancora i firmatari del documento - punta a smantellare il lavoro pubblico a favore dell'intervento privato e a contrastare l'attività sindacale che cerca di tutelare i diritti dei lavoratori". Per queste ragione la risoluzione impegna quindi l'esecutivo regionale a chiedere al Presidente della Giunta di contrastare il provvedimento in questione "a qualsiasi livello istituzionale, a partire dalla Conferenza Stato-Regioni". Accanto a Rivi, hanno sottoscritto la risoluzione anche i colleghi Nino Beretta, Marco Monari, Gialuca Borghi, Massimo Pironi, Paolo Lucchi, Mauro Mazzotti, Giancarlo Muzzarelli, Laura Salsi, Roberto Garbi, Marco Barbieri Matteo Richetti e Mauro Bosi del pd; Massimo Mezzetti (sd); Donatella Bortolazzi (pdci), Renato Delchiappo (prc).

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di raffa
    raffa

    LA COSA PIù GRAVE è che fino ad ora nessuno ha commentato. Poco se ne è parlato e temo che questa "prodezza" di Brunetta cadrà sulle teste di tutti i dipendenti pubblici, fra i quali ci sono, è vero i furbi ma anche quelli onesti e lavoratori. Sono un'insegnante che quest'anno si è assentata quattro giorni in tutto e che va a lavorare anche con la febbre addosso se il decreto andrà in porto, visto che è retroattivo, perderò parte dei miseri emolumenti percepiti. Sarebbe stato meglio affidare il controllo delle "pecore nere" ai Dirigenti che conoscono bene certe situazioni e non sparare nel mucchio.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -