EPIFANIA - Caffarra: ''Non c'è unità senza persistente alterità''

EPIFANIA - Caffarra: ''Non c'è unità senza persistente alterità''

Bologna, 6 gen. - (Adnkronos) - ''Non c'e' unita' senza persistente alterita'; non c'e' alterita' senza comunione di persone''. Questo, in sintesi, il tema che l'arcivescovo di Bologna, il cardinale Carlo Caffarra, ha affrontato oggi nella celebrazione eucaristica dell'Epifania.

E la comunione dei popoli trova, spiega Caffarra nell'omelia, le proprie ragioni e fondamenta proprio nella venuta dei Magi a Betlemme. ''Un fatto - osserva - che ha una dimensione divina poiche' ha le sue radici, la sua spiegazione, in una decisione di Dio stesso. E' la decisione di chiamare anche i pagani a partecipare in Cristo Gesu' alla stessa eredita' promessa ad Israele, a formare con esso un solo corpo, il corpo di Cristo, la sua Chiesa''.

L'evento dell'arrivo dei Magi a Gerusalemme, dunque, e' ''l'inizio, e' l'edificazione di una comunita' umana nella quale ogni persona acquista una preziosita' infinita e al contempo si realizza nel dono sincero di se' agli altri''. Caffarra precisa anche che ''questo evento non e' un'utopia generata da menti umane allucinate; non e' un programma politico di ingegneria sociale. E' opera che Dio in Cristo mediante la sua Chiesa sta gia' realizzando''.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -