Era scomparso da Cerignola, il cadavere trovato nel porto di Napoli

Era scomparso da Cerignola, il cadavere trovato nel porto di Napoli

Era scomparso da Cerignola, il cadavere trovato nel porto di Napoli

NAPOLI - Era scomparso mercoledì scorso da Cerignola lasciando un biglietto in cui diceva che lo volevano ammazzare. Il cadavere di Matteo Bersichella è stato trovato martedì mattina al molo San Vincenzo, nel porto di Napoli. La tragica scoperta è stata fatta da un militare della guardia di finanza. Sarà l'autopsia a stabilire le cause della morte. Da un primo esame cadaverico non sembrano essere stati riscontrati segni di violenza.

Il 46enne è morto presumibilmente per annegamento. Nelle tasche è stato un biglietto in cui chiedeva scusa alla moglie e ai figli per il gesto che avrebbe fatto di lì a poco. Da Cerignola, l'uomo, titolare di una pizzeria, aveva raggiunto Avellino. Quindi aveva lasciato la sua 'Ford Focus' in un'autorimessa del capoluogo irpino, raggiungendo Napoli in pullman o in treno. Gli inquirenti non escludono che Bersichella si sia tolto la vita.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -