Erba, Azouz: ''I Romano stanno prendendo in giro tutti''

Erba, Azouz: ''I Romano stanno prendendo in giro tutti''

Como – “Mi dà fastidio vedere quelle due persone che ridono senza rispetto dopo quello che hanno fatto''. Sono le parole usate da Azouz Marzouk per rivolgersi a Olindo Romano e Rosa Bazzi, i coniugi indagati per la morte di Raffaella Castagna, del piccolo Youssef, della nonna del bambino Paola Galli e della vicina di casa Valeria Cherubini.

Attraverso una lettera dal carcere di Vigevano, in cui il tunisino è rinchiuso dal primo dicembre scorso con l'accusa di spaccio di droga, Azouz replica al comportamento dei coniugi Romano, nell'aula del tribunale di Como, dove è in corso l'udienza per il processo.

''Stanno prendendo in giro tutti - scrive Azouz - gente, giudici e avvocati''. I Romano continuano anche oggi a tenersi per mano durante l'udienza. ''Non rideranno più, perchè per loro è finita. Non si vedranno per tutta la vita e vivranno nella peggiore delle situazioni, la solitudine''. Azouz, vittima e testimone, non puo' prendere parte alle udienze. Oggi, pero', e' lui stesso a scrivere che ''e' meglio non esserci. Mia moglie e il mio piccolo angelo mi mancano troppo per sentire il modo in cui sono stati uccisi. Nemmeno in Turchia uccidono così''.

L’UDIENZA - E' il giorno della terza udienza del processo per la strage di Erba che vede imputati i coniugi Romano, Olindo e Rosa Bazzi, per l'omicidio di Raffaella Castana, del figlio Youssef, della nonna del piccolo Paola Galli e della vicina di casa Valeria Cherubini. Nonostante le difficili condizioni meteo, fuori dal tribunale di Como vi era una grande folla di persone per assistere all'udienza. Nell’aula al piano terra del Tribunale di Como sfileranno i testimoni dell'accusa, tra cui il medico legale che ha eseguito l'autopsia sui corpi. Presenti all'udienza anche i coniugi accusati del delitto. La prima testimonianza è stata deposta dal medico del 118 Mario Fazzari.


LE TESTIMONIANZE - Raffaella Castagna uccisa con 18 colpi d’arma da punta e taglio. E’ quanto ha dichiarato il medico legale Giovanni Scola in occasione della terza udienza del processo per la strage di Erba, nel quale sono imputati Olindo Romano e Rosa Bazzi. Secondo la testimonianza del medico legale, sono state utilizzate due armi da taglio diverse. La donna è stata sgozzata dopo esser stata ferita in diverse parti del corpo. La vittima, inoltre, si è ferita alla mano mentre cercava di afferrare l'arma, ma in quel momento è stata colpita a coltellate alla testa.

Identica la soste per la madre di Raffaella, Paola Galli, sgozzata "con l'intento di finirla. Numerose ferite sul corpo di Valeria Cherubini: secondo il medico è il “segno che c'è stata una colluttazione prolungata con una persona armata di coltello”. La donna è stata prima accoltellata e poi colpita alla testa e alla schiena. Tuttavia non è morta immediatamente come ha testimoniato l’autopsia: “ha avuto modo di inalare molto monossido di carbonio” ha dichiarato il medico. Il piccolo Youssef Marzouk, invece, è stato invece colpito due volte alla gola con un coltello, una delle quali gli ha reciso la carotide, morendo dissanguato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul banco dei testimoni anche Massimo Bardazza, l'ingegnere incaricato dalla procura di ricostruire la dinamica dell'incendio che distrusse l'appartamento dove venne compiuta la tragedia. Secondo il tecnico l'incendio fu appiccato con l’utilizzo del liquido infiammabile "con un innesco piu' facile e meno violento di quello della benzina, ma che produce una fiamma permanente''. Bardazza ha anche spiegato come l'intervento dei Vigili del Fuoco, convinti di esser impegnati in un normale intervento, abbia compromesso la presenza di possibili tracce sugli oggetti che sarebbero tornate utili ai fini delle indagini.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -