Eruzione in Islanda, la nube di cenere arriverà anche sul Nord Italia

Eruzione in Islanda, la nube di cenere arriverà anche sul Nord Italia

Eruzione in Islanda, la nube di cenere arriverà anche sul Nord Italia

La nube di cenere prodotta dall'eruzione del vulcano islandese vicino al ghiacciaio Eyjafjallajoekull lambirà l'Italia nord-orientale. Venerdì sono stati centinaia i voli cancellati e disagi per i passeggeri a Fiumicino, Linate, Orio, Torino, Venezia, Bologna, Perugia, Pescara, Napoli, Bari, Brindisi, Reggio Calabria, Lamezia Terme, Palermo e Trapani. E le ferrovie rafforzano i collegamenti nel fine settimana. Nel resto del continente sono decollati 10.500 voli sui 29.500 previsti.

 

Sabato mattina molti altri aeroporti del nord potrebbero essere chiusi. Al Dipartimento della Protezione Civile si è svolta una riunione con le autorità aeronautiche civili e militari e i rappresentanti delle aziende che gestiscono strade e ferrovie. Su invito del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, le Ferrovie dello Stato garantiscono nel fine settimana collegamenti tra il nord Italia e il resto del Paese equivalenti ai giorni feriali.

 

Il blocco dello spazio aereo in Inghilterra e Galles resterà in vigore fino alle 07:00 di sabato mattina (le 08:00 in Italia). Sono 23 gli aeroporti chiusi nel nord della Francia. I tre scali parigini di Roissy-Charles de Gaulle, Orly e Le Bourget resteranno chiusi fino a "sabato mattina" ha annunciato Eric Heraud, portavoce della Direzione generale dell'aviazione civile francese (Dgac), senza tuttavia indicare un orario preciso.

 

In Finlandia, la chiusura dello spazio aereo è stato prolungato fino alle 14 di domenica. Interdetti anche i cieli di Danimarca (fino alle 6 di sabato mattina), Svizzera (fino a sabato mattina), Belgio (fino alle 8 di sabato mattina), Repubblica Ceca e Slovacchia. Fonti dell'aviazione civile hanno riferito che in Svezia stanno cominciando a riaprire gli aeroporti. Ripreso il traffico all'aeroporto di Dublino.

 

In Polonia è stato chiuso anche lo scalo di Rzeszow (sud-est) l'unico ancora attivo. Lo spazio aereo polacco è ormai interdetto al traffico aereo. A rischio, dunque, l'arrivo a Cracovia dei presidenti e capi di governo attesi per domenica, quando nella cattedrale Wawel si celebreranno i funerali del presidente Lech Kaczynski. Esequie confermate per la precisa volontà della famiglia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -