Esplosione alla stazione di Viareggio, 13 morti e 34 feriti

Esplosione alla stazione di Viareggio, 13 morti e 34 feriti

Esplosione alla stazione di Viareggio, 13 morti e 34 feriti

VIAREGGIO - E' di quattordici morti, 34 feriti di cui 16 in gravi condizioni e 4 dispersi il bilancio del tragico incidente ferroviario verificatosi nella notte a cavallo tra lunedì e martedì nei pressi della stazione di Viareggio, dove è deragliato un treno merci che trasportava un carico di gpl. Tra le vittime ci sono anche due bambini. A causare il disastro, secondo quanto reso noto dalle Ferrovie, sarebbe stato il cedimento di un carrello di uno dei primi carri cisterna.

 

SFOLLATI - Sono circa 300 sfollati, "che sono stati presi in carico dal Comune, che li ha già sistemati negli alberghi", ha aggiunto Bertolaso. Il capo della Protezione Civile non esclude "che il numero delle vittime possa salire" e che l'attività di ricerca e soccorso dei dispersi potrebbe chiudersi già entro martedì sera. Duecento di questi sono stati accolti in Comune. "Nella piazza davanti al Comune - aveva spiegato il sindaco Luca Lunardini, come riportato da Corriere.it - sono state installate cinque tende da campo che ospitano un centinaio di persone. Altrettante hanno passato la notte all'interno del municipio". L'esplosione ha danneggiato diverse palazzine.

 

DISASTRO - La sciagura potrebbe esser stata causata dal cedimento del carrello di uno dei primi vagoni-cisterna del convoglio 50325 Trecate-Gricignano. Per questo, spiegano le Ferrovie dello Stato, "il carro sarebbe deragliato trascinando altri 4 carri. Lo svio avrebbe provocato la fuoriuscita del gas Gpl contenuto nella cisterna che si sarebbe incendiato al di fuori di questa. Non ci sarebbe stata dunque l'esplosione del primo carro cisterna come precedentemente reso noto a causa delle prime indicazioni. Il controllo effettuato sui carri dai tecnici della verifica in partenza da Trecate non aveva evidenziato alcuna anomalia". Sull'incidente la procura di Lucca ha aperto un'inchiesta. Tre le ipotesi di reato: disastro ferroviario, omicidio colposo plurimo e incendio colposo.

 

RECUPERO - Sono in corso le operazioni per la messa in sicurezza delle altre cisterne del treno che ancora sono piene di Gpl. Solo una ha infatti avuto la perdita di gas che ha causato il disastro. Le altre tredici che componevano il convoglio sono sui binari della linea ferroviaria La Spezia-Pisa, poche centinaia di metri oltre la stazione di Viareggio. I tecnici dei vigili del fuoco dovranno provvedere a svuotarne il contenuto e trasportarlo altrove senza pericoli.

 

BERLUSCONI - Il presidente del Consiglio è atteso martedì pomeriggio a Viareggio nel pomeriggio: "sarò sul luogo dell'incidente per prendere la situazione in mano. - ha dichiarato - Ho parlato fino ad adesso con Bertolaso, è una situazione grave, anzi sconvolgente per come si è appalesata". A Viareggio è giunto anche il ministro dell'Interno, Roberto Maroni. "Se scopriremo che le norme per la sicurezza nel trasporto dei materiali pericolosi non sono adeguate - ha affermato il responsabile del Viminale - le cambieremo. Anche in Europa". Nel frattempo il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, ha nominato una Commissione di inchiesta. Cordoglio del Capo dello Stato Giorgio Napolitano.

 

Foto tratta da Sky.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -