Euro 2016, è l'ora della verità: venerdì la decisione a Ginevra

Euro 2016, è l'ora della verità: venerdì la decisione a Ginevra

Euro 2016, è l'ora della verità: venerdì la decisione a Ginevra

CESENA - Conto alla rovescia per l'assegnazione degli Europei di Calcio del 2016. Venerdì 28 maggio a Ginevra l'Uefa sceglierà fra Italia, Francia e Turchia chi ospiterà il torneo continentale. E i rappresentanti delle tre nazioni sfrutteranno anche gli ultimi momenti per caldeggiare la propria candidatura: il Comitato Esecutivo Uefa, infatti, esprimerà la propria decisione dopo un'ultima audizione delle tre concorrenti. Fra gli esponenti dell'Italia ci sarà anche il Sindaco Paolo Lucchi, sindaco di Cesena.

 

Il sindaco si dichiara persuaso che i giochi per l'Italia e quindi per Cesena non siano  chiusi. "A dispetto delle voci circolate nelle ultime settimane, che davano per già acquisita la designazione della Francia, complice l'influenza del presidente Uefa Michel Platini e presunte inadeguatezze del dossier italiano, continuo a pensare che l'Italia abbia delle chance, poiché il lavoro di preparazione predisposto dal project manager Michele Uva, nell'incontro a Palazzo Chigi del 13 aprile scorso, è stato definito di alto livello dagli stessi commissari Uefa. Ed inoltre voglio ricordare la sobrietà della proposta italiana, che prevede un costo di ristrutturazione degli stadi e dei servizi complessivamente di 750 milioni di euro: circa la metà di quanto hanno previsto, invece, francia e Turchia. E in questa fase così difficile per l'Europa la sobrietà, a mio parere, dovrebbe essere un titolo di merito. Cesena ha intrapreso questa avventura con entusiasmo, ma anche con la consapevolezza di poter affrontare la sfida. Abbiamo confermato di essere all'altezza della situazione preparando una documentazione impeccabile, che ha suscitato l'apprezzamento della Federazione Italiana Giuoco Calcio e per la quale non mi stancherò di ringraziare il gruppo di lavoro che l'ha realizzata, coordinato dal direttore generale Vittorio Severi e di cui fanno parte, ognuno secondo le proprie competenze, Stefano Paolucci, Gualtiero Bernabini, Gabriele Santi, Gastone Baronio, Pier Luigi Bazzocchi. Ma tutta la città ha condiviso e appoggiato questo progetto, a cominciare dal Consiglio Comunale, che ha approvato all'unanimità la candidatura cesenate, ‘gettando il cuore oltre l'ostacolo', di comune accordo, al di là delle singole posizioni politiche. Dobbiamo continuare a crederci, giocare fino in fondo le nostre carte e incrociare le dita, sperando che le cose vadano per il verso giusto. Anche perché per noi questo significherebbe poter concretizzare un intervento da 25 milioni di euro, grazie al quale la nostra città vedrebbe finalmente completato lo Stadio, arricchito da spazi di servizio e polifunzionali a disposizione non solo degli sportivi ma dell'intera città.".

 

Serrato il programma Uefa di venerdì 28 maggio. Alle 9.30 comincerà la presentazione finale, trasmessa in diretta tv, delle candidature da parte dei tre paesi in lizza, che avranno a disposizione mezz'ora a testa. Secondo l'ordine stabilito dal sorteggio, interverrà per prima la Turchia, a cui faranno seguito Italia e Francia.

 

Al termine il Comitato Esecutivo Uefa si riunirà a porte chiuse per la discussione e la votazione finale. A questa fase non prenderanno parte né il presidente UEFA Michel Platini (Francia), né il primo vice-presidente UEFA Senes Erzik (Turchia) nè il membro del Comitato Esecutivo Giancarlo Abete (Italia). Dalla riunione scaturirà il nome della federazione che ospiterà UEFA EURO 2016. L'annuncio ufficiale verrà dato in diretta tv alle ore 13 e sarà seguito da una conferenza a cui parteciperà il presidente della federazione vincente.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -