Faenza, 150 partecipanti al seminario sulla ricerca scientifica

Faenza, 150 partecipanti al seminario sulla ricerca scientifica

FAENZA - Più di 150 partecipanti da 27 nazioni al seminario internazionale di studi. Nuovo appuntamento nel 2013. Prosegue al Museo delle Ceramiche la mostra delle opere degli artisti.

 

Per quattro giorni Faenza è stata la capitale mondiale della ricerca scientifica.

 

Successo per la tredicesima edizione del seminario di studi "Ceramiche, cellule, tessuti", organizzato da Agenzia Polo Ceramico in collaborazione con Istec-Cnr che si è svolto nella sala incontri dello sponsor Banca di Romagna.

Il congresso, in cui vengono presentate le ricerche scientifiche più avanzate per risolvere i problemi collegati alla salute e al recupero funzionale di arti e organi, era incentrato sul tema "Nano medicina rigenerativa, Ingegneria tissutale e genetica; ruolo dei materiali ceramici".

 

Su questo fronte, si sta attivando un gruppo di lavoro con la collaborazione di diverse università ed istituzioni di ricerca. "Nel seminario- precisa il coordinatore Antonio Ravaglioli - è stato proposto l'aggiornamento sui sistemi vetro-ceramici "multi dopati" ossia capsule ingegnerizzate (macro, micro, nano) in cui vengono inseriti elementi inorganici anche in tracce, per favorire l'attività cellulare nella ricostruzione e cura di tessuti danneggiati del corpo umano".

Si tratta di studi che fanno aumentare le speranze di curare i malati con lesioni al midollo spinale, diabete, infarto, morbo di Alzheimer, di Parkinson, ictus e forme tumorali.

 

Nell'ambito del convegno, Ilaria Cacciotti, ricercatrice dell'Università Tor Vergata Roma, si è aggiudicata il premio in denaro messo a disposizione da Banca di Romagna per un lavoro unanimemente giudicato originale e innovativo, in cui ha presentato un materiale vetroceramico bioattivo di composizione innovativa per applicazioni in campo biomedicale per tessuto osseo.

Dato l'alto livello dei lavori proposti, è stata premiata dall'Agenzia Polo Ceramico, anche la rumena Oana Ponta dell'Università di Cluj Napoca.

L'appuntamento è rimandato alla quattordicesima edizione che si svolgerà nel maggio 2013 ed avrà per titolo "Biomateriali emergenti per ingegneria tessutale e genetica". Sarà coordinato come sempre da Antonio Ravaglioli, affiancato da Lucy Di Silvio (King's College Londra, Regno Unito) e Sergey Barinov (Accademia delle scienze di Mosca, Russia).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al convegno sarà affiancato il concorso artistico "Simbiosi di scienza e arte contro l'invecchiamento" in continuità con "Generazione e rigenerazione"  del 2011 grazie al quale sono in mostra fino a domenica 29 maggio al Museo Internazionale delle Ceramiche una serie di opere tra cui quelle di artiste premiate dalla Banca di Romagna: Cristina D'Alberto, Andrea Veronica Kotliarsky e Suzanne Kallenbach.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -