Faenza: addizionale Irpef, domande di rimborso entro il 31 marzo

Faenza: addizionale Irpef, domande di rimborso entro il 31 marzo

FAENZA - Il Comune di Faenza, con deliberazione del Consiglio comunale n. 255 dell'8 novembre 2010, in accordo con le organizzazioni sindacali, ha disciplinato il Fondo locale destinato ad interventi straordinari a sostegno di cittadini economicamente disagiati. In tale Fondo, operativo da oggi, 8 febbraio 2011, sono ricomprese le risorse da destinare al rimborso della cosiddetta Addizionale comunale Irpef; esso è rivolto ai cittadini in possesso di due requisiti.

 

Prima di tutto, l'indicatore Isee (Indicatore della situazione economica equivalente), uno degli strumento predisposti dallo Stato per permettere di misurare la condizione economica delle famiglie. Può chiedere il rimborso il cittadino che abbia un Isee, ovvero un reddito inferiore ai 12.000,00 euro; in secondo luogo, lo stesso richiedente non deve essere proprietario di immobili, ad esclusione dell'abitazione di residenza e delle sue relative pertinenze.

 

Per presentare la domanda di rimborso dell'Addizionale comunale Irpef, i cittadini interessati devono recarsi presso uno dei Caaf (Centro autorizzato di assistenza fiscale) faentini convenzionati col Comune manfredo (Cgil - Teorema Scrl - via Chiarini, 12; Cisl - piazza XI Febbraio, 4; Uil - via Laghi, 59/6; Caaf Confartigianato - via Zaccagnini, 8;50&Più Caaf - via delle Ceramiche, 35), muniti della documentazione necessaria, ovvero delle dichiarazioni fiscali comprovanti l'avvenuto versamento della citata Addizionale comunale Irpef, relativa all'anno d'imposta 2009 (i documenti richiesti sono il Cud, il Modello 730, il Modello Unico, o quello F24), nonché un documento di identità.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -