Faenza, affondo della Lega Nord: "Basta zingari"

Faenza, affondo della Lega Nord: "Basta zingari"

Immagine d'archivio-11

"Camper Service distrutto, abitanti di via Proventa infuriati, aziende sempre di via Proventa che pensano di de localizzare le loro attività, non per un evento della natura che ha distrutto una angolo della nostra città, ma per la presenza degli ormai noti zingari". E' la denuncia che arriva dalla Lega Nord di Faenza, che fa sapere di aver ricevuto segnalazioni da "cittadini di quel pezzo di terra che sembra essere abbandonato a se stesso".

 

Un terreno "diventato la residenza, il bagno a celo aperto, luogo di giochi pirotecnici e di distruzione da parte delle famiglie Rom. Se pensiamo che nei siti internet, nelle guide specializzate, quel luogo è ancora indicato come Camper Service e potrebbe essere uno dei primi luoghi che i turisti/camperisti vedranno di Faenza, che immagine vogliamo dare della nostra città?".


"Che a questa amministrazione non interessi molto ciò che pensano i Faentini - attacca Lega Nord -, che non interessino le politiche aziendali, che non fanno nulla per aumentare il turismo nella città sede del Museo Internazionale delle Ceramiche è cosa ormai nota, ma vorremmo capire chi ci guadagna da questo degrado".


"La Lega Nord da anni denuncia questo fenomeno ed è sempre stata tacciata di razzismo, di poca solidarietà e di fare solo demagogia - conclude il Carroccio -, ma ora i Faentini sono arrivati al limite. La Lega Nord continuerà a battersi contro la presenza degli zingari a Faenza e contro quelle persone che siedono nei banchi del governo cittadino che non si sa per quali interessi continuano a proteggere e a chiudere non uno, ma tutti e due gli occhi su questo degrado". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -