Faenza: al teatro Masini "Scontri di classe"

Faenza: al teatro Masini "Scontri di classe"

FAENZA - Il progetto Un altro sguardo, promosso da tre anni dal Comune di Faenza, Accademia Perduta/ Romagna Teatri e Teatro Due Mondi, si occupa di lavorare con le scuole superiori, organizzando laboratori teatrali per avvicinare i ragazzi al teatro.

 

Giovedì 23 e venerdì 24 aprile alle ore 21 andrà in scena al Teatro Masini Scontri di classe, spettacolo conclusivo dei laboratori teatrali, con studenti dell'IPS Strocchi, IPSAA Persolino, ISA Ballardini, Licei Sant'Umiltà, Liceo Torricelli, e gli allievi del laboratorio Alla scuola dell'attore, per la regia di Albero Grilli.

 

Accanto alla rassegna di spettacoli proposti al pubblico, si muove in parallelo un complesso e sotterraneo percorso che vuole mettere in relazione giovani studenti e il "fare" teatro.

In accordo con gli insegnanti a inizio anno scolastico viene scelto un tema di lavoro; quest'anno è stata affrontata la tematica del "branco", da intendere con un'accezione negativa, come il fenomeno - che troppo spesso ha risvolti violenti - del fare gruppo, e sono stati avviati una serie di laboratori pratici negli Istituti superiori della città.

 

Diversi operatori teatrali hanno condotto, quindi, diversi percorsi (uno dei quali è proposto in orario extra scolastico nel progetto Alla scuola dell'attore che fa parte del programma della Casa del Teatro di Faenza) per poi ricongiungersi in un unico momento finale di lavoro collettivo.

 

Questa è la parte originale e importante del progetto: 70 ragazzi appartenenti a Scuole diverse, che hanno maturato differenti esperienze guidati da altrettanti operatori si ritrovano per alcune ore e si confrontano, conoscono, osservano e scambiano esperienze e punti di vista.

Sotto la guida di Alberto Grilli, regista del Teatro Due Mondi, viene quindi costruito uno spettacolo che non è semplicemente la somma dei risultati parziali dei laboratori, bensì un loro sviluppo, una rielaborazione collettiva che trova la sua forza e la sua cifra stilistica proprio nell'incontro e nel dialogo di realtà ed esperienze diverse che, incontrandosi, si arricchiscono reciprocamente.

Relazione, incontro, dialogo: queste parole (fondamentali e imprenscindibili nell'idea di teatro che accomuna Teatro Due Mondi e Accademia Perduta) sono quindi le fondamenta, le basi strutturali di questo progetto e caratterizzano il momento finale di questo percorso: lo spettacolo.

Questo, in un certo senso, è "un altro modo" di stare assieme usando il teatro e le sue tecniche come strumenti per imparare a "fare gruppo", a collaborare e a confrontarsi, senza "cadere" nelle dinamiche da branco del più forte contrapposto al debole, della vittima e il carnefice.

 

Ingresso: 3 euro.

Info: 0546/21306 e 0546/622999

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -