Faenza, al via la Settimana della Cultura Tecnologica

Faenza, al via la Settimana della Cultura Tecnologica

FAENZA - Si apre sabato prossimo a Faenza la XX^ edizione della "Settimana della cultura scientifica e tecnologica", promossa annualmente dal ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca per avvicinare i giovani alle materie scientifiche e farle diventare patrimonio culturale e formativo delle future generazioni.

 

Faenza, che aderisce ormai da dieci anni a questa importante rassegna, si è data una propria organizzazione - curata dall'assessorato all'Istruzione del Comune e dalla Palestra della Scienza, con il contributo del Gruppo Hera, della Banca di Romagna, della Ctf e di diversi enti di ricerca, università, scuole di ogni ordine e grado e aziende locali - con una programmazione di eventi "spalmati" su un periodo di circa tre mesi.

 

Il primo appuntamento faentino della XX^ Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica è la mostra "La bottega matematica", che si inaugurerà sabato 6 marzo prossimo, alle ore 11.00, a Palazzo Esposizioni (corso Mazzini, 92).

 

La mostra, a cui è abbinato anche un concorso rivolto a studenti delle scuole primarie e secondarie non solo di Faenza ma di tutta Italia, è stata organizzata dal liceo "Torricelli" di Faenza insieme al Tavolo della Scienza e alla Palestra della Scienza, in collaborazione con vari enti e istituzioni, tra cui il Dipartimento di Matematica dell'Università di Modena, l'Associazione Macchine matematiche di Modena e il Museo del calcolo di Pennabilli.

 

Palazzo Esposizioni ospiterà macchine matematiche, percorsi matematici, una sezione di storia del calcolo matematico con l'esposizione di macchine per il calcolo, giochi matematici, un'esposizione di fotografie con contenuto matematico (legate al concorso) e gli elaborati realizzati dagli studenti delle scuole locali e nazionali partecipanti al concorso.

 

Dopo la cerimonia di inaugurazione è programmata anche la premiazione del concorso.

La mostra resterà aperta al pubblico fino al 28 marzo 2010 con questi orari: tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.30 (per le scuole visite su prenotazione dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 16.00).

 

Il programma faentino della manifestazione prevede, inoltre, conferenze, laboratori e seminari su vari temi scientifici promossi dall'Istec Cnr, dal corso di laurea faentino in Chimica dei Materiali e Tecnologie ceramiche, dall'Università degli Adulti, da alcuni istituti scolastici faentini (il liceo Torricelli e l'Itgc Oriani), dal Gruppo Speleologico faentino e dal Gruppo astrofili faentini "G.B.Lacchini"; visite guidate all'Osservatorio sismologico "Bendandi (17 e 18 aprile), all'impianto di recupero rifiuti da costruzione, demolizione e materiali legnosi in località Crocetta di Modigliana (13, 14 e 15 maggio), al Parco regionale della Vena del Gesso romagnola (domenica 23 maggio); osservazioni astronomiche proposte dal Gruppo astrofili faentini "G.B.Lacchini" nel terrazzo della palestra della scuola Carchidio Strocchi (7, 14, 21, e 28 maggio) e un corso di Astronomia di base; la proiezione di due film al cinema Sarti (il 9 e il 22 marzo).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -