FAENZA - Arte, un grande ''contemporaneo'' alla Banca di Romagna

FAENZA - Arte, un grande ''contemporaneo'' alla Banca di Romagna

FAENZA - “Un Odore Diverso Dal Mio”, riferito ad un inedito universo di storia umana ed artistica, è il titolo dell’esposizione dedicata ad uno dei maggiori interpreti dell’arte contemporanea, Luca Alinari, che sarà inaugurata Venerdì 15 febbraio 2008 nella sede centrale della Banca di Romagna, in corso Garibaldi 1 a Faenza. L’ apertura sarà preceduta alle ore 18 da un incontro pubblico nella sala assemblee di Banca di Romagna, in via Costa 3 a cui interverranno, accanto al presidente della banca, Angelo Bartolotti, il sindaco Claudio Casadio ed il critico d’arte Enzo Dall’Ara. Sarà presente all’inaugurazione l’artista Luca Alinari.

Questo nuovo appuntamento dedicato all’arte in Banca di Romagna, porta a conoscere il lavoro di uno dei maggiori artisti contemporanei italiani dell’ultimo periodo partendo dal Dadaismo, Luca Alinari.


All’interno delle sale che di norma si percorrono nella normale attività quotidiana del lavoro bancario, i fruitori dei servizi o i visitatori, potranno osservare le” Storie” dipinte, raccontate da un artista di rilievo nazionale ed internazionale come Luca Alinari.

La mostra, che sarà visitabile fino al 21 marzo 2008, è stata ideata e creata appositamente per il Palazzo in cui Banca di Romagna ha la propria sede, dedicata alle più recenti sperimentazioni pittoriche che si riallacciano ai frammenti di storie e memorie raccontate nei primi anni ’70.


Dalle opere di Alinari emergono figure e volti, immagini speculari di un inconscio fabulatorio, e, su accattivanti spazi scenici, si snodano narrazioni di esistenze.


Un insieme di materiali formano l’opera finita, si tratta di pittura che non deriva da altre pitture, ma di pittura che deriva dalla vita, come lui stesso la definisce.


Luoghi della memoria. Da qui, negli ultimi tempi ha recuperato frammenti di storie di vita. Un grande tesoro fatto di appunti e disegni, “L’archivio della propria immaginazione” da cui ha attinto, utilizzando schegge di vetro da vecchie sculture da lui frantumate e riutilizzate per le proprie opere, usando tecniche e materiali impropri per la pittura, su sfondi delicatissimi, in racconti dove appaiono personaggi fluttuanti che si sviluppano in una pittura raffinatissima.


“Storie in Cornice” sono la magia di Luca Alinari, che riesce a far convivere, a fondere desiderio di sogno, memorie, contemporaneità del sentimento.

Opere recenti per farci pensare che, forse, nell’ apparente leggerezza dei propri lavori si celebri l’infelicità di un mondo ucciso dal progresso. Un frammento, una sintesi che si fanno protagonisti del tutto. Storie di Arte e di Vita ancora tutte da raccontare.

La mostra è curata da Maria Grazia Melandri della Galleria L’Immagine di Cesena. Il catalogo contiene testi di Giovanni Faccenda, Michele Damiani, Luca Alinari

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -