Faenza: Banca di Romagna continua a crescere

Faenza: Banca di Romagna continua a crescere

Faenza: Banca di Romagna continua a crescere

Pur in un contesto di crisi economica generale, continua a crescere Banca di Romagna che ha fatto segnare un +18% in due anni negli investimenti a sostegno delle imprese e delle famiglie. L'istituto di credito romagnolo ha toccato quota 287 dipendenti ed ampliato la sua operatività anche al Veneto con apertura di filiali a Rovigo e a Padova, a conferma di una spiccata dinamicità nella sua presenza sul territorio. Nel 2002 Banca di Romagna aveva 26 filiali nei comprensori di Lugo e Faenza. Ora è arrivata a quota 42 sportelli, che cresceranno a breve di una unità con l'apertura della quarta filiale a Ferrara ubicata nel centralissimo corso Giovecca.

 

"Posso dire - afferma il presidente Pietro Baccarini - che Banca di Romagna è protagonista delle principali operazioni finanziarie e di investimenti in provincia di Ravenna, e sempre più anche ad Imola e Ferrara. Continuo è il rapporto con le cooperative di garanzia degli artigiani, commercianti, agricoltori, industriali, con interventi agevolativi mirati al settore dell'energia, delle piccole imprese e dei giovani".

Dal 2002 ad oggi, la raccolta di Banca di Romagna è passata da 575 milioni di euro a 1.189 milioni di euro, con una crescita di oltre il 120%, gli impieghi da 622 milioni di euro a 1.280 milioni di euro, con un aumento del 100%. Di questa crescita hanno beneficiato, con utili significativi, le Fondazioni di Faenza e Lugo e i soci privati.

 

"Del lavoro fatto in questo periodo del mio impegno in Banca di Romagna sono molto contento - commenta Baccarini - anche perché c'è stata una mobilitazione e un impegno del personale e della direzione veramente eccezionali, che voglio ringraziare e complimentarmi per la serietà e professionalità sempre dimostrata". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -