Faenza, basket: battuta Chieti nel primo match della fase ad "orologio"

Faenza, basket: battuta Chieti nel primo match della fase ad "orologio"

Pallacanestro Faenza    73

BLS Chieti                     56

(28-14; 38-26; 56-37)

 

FAENZA: Pieri, Porcellini 16, Bastoni 6, Morara, Lucchi 2, Mastella, Guerci 16, Nobile 6, Davolio 18, Garofalo 9. All. Bindi.

CHIETI: Adamo 11, De Ambrosi ne., Milillo ne., Stijepovic 8, Castelluccia 8, Branciaroli 4, Perricci ne., Carpineti 11, Peruzzo 10, Valerio 4. All. Frattin.

ARBITRI: Curri di Taranto - Scarfò di Palmi (RC).

USCITI PER FALLI: Nobile, Castelluccia.

 

FAENZA - La Pallacanestro Faenza inaugura la fase ad orologio con una bella vittoria contro Chieti, mantenendo il terzo posto e permettendosi il lusso di pensare ancora più in grande. La sconfitta di Senigallia a Recanati ha permesso l'aggancio dei manfredi al secondo posto, e ora il big match in programma mercoledì prossimo nelle Marche, rappresenta l'ultima chance per i romagnoli per chiudere in seconda piazza.

 

Rispetto alla gara di due settimane fa, Faenza si presenta con Nobile, mentre Chieti deve ancora fare a meno di De Ambrosi, Rajola e Feliciangeli, ma la vera differenza sta nell'approccio alla partita degli uomini di coach Bindi. Un primo quarto perfetto permette infatti di scavare il solco decisivo per la vittoria con il punteggio che dopo cinque minuti vede già Faenza avanti 14-4 grazie alle altissime percentuali offensive. Le sue fortune, però, i manfredi se le costruiscono soprattutto in difesa, concedendo poco o nulla agli avversari, costretti a prendersi tiri forzati, e con questa inerzia i giochi si chiudono già al quindicesimo. L'ottima circolazione di palla permette a metà del secondo quarto il "doppiaggio" dei teatini, con Faenza che raggiunge il 38-19, prima di un comprensibile calo fisico che vale il 38-26 del riposo. La pressione difensiva e l'atteggiamento vincente dei romagnoli non cambia neanche nel secondo tempo dove, a parte un avvio soft con cinque punti incassati, continuano a dettare legge, non subendo punti per oltre quattro minuti, volando poi sul 56-37 all'ultimo mini break grazie ad un gioco da tre punti di Garofalo. L'ultimo quarto si gioca solo per onore di firma, con Davolio che da tre riesce a trovare il massimo vantaggio dei suoi al 34' un più venti tondo tondo: 66-46.

 

Mercoledì la Pallacanestro Faenza ritornerà in campo per disputare la seconda giornata della fase ad orologio e sarà impegnata in casa di Senigallia (palla a due ore 20.30).

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -