Faenza, bimbo vivo in un sacchetto. Indagati i genitori

Faenza, bimbo vivo in un sacchetto. Indagati i genitori

Faenza, bimbo vivo in un sacchetto. Indagati i genitori

FAENZA - Sono indagati con l'accusa di tentato infanticidio i genitori del neonato trovato nella nottata tra martedì e mercoledì in un sacchetto di plastica in un'abitazione a Reda di Faenza. Il piccolo, salvato in extremis dal personale del ‘118', è ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Neonatologia dell'ospedale 'Santa Maria delle Croci' di Ravenna, anche se non è più in pericolo di vita. La donna avrebbe riferito che si trattava di una gravidanza indesiderata.

 

Da qui la motivazione del gesto anche se gli elementi da chiarire sono ancora diversi. Le indagini sono condotte dal pm Gianluca Chiapponi. La madre, un 35enne impiegata a Imola, nell'imminenza del parto, era andata in bagno dove aveva tagliato il cordone ombellicale e aveva tentato di nascondere il neonato dopo avere ripulito le tracce dell'accaduto. A chiedere l'intervento dei soccorritori è stato il marito, salvando così la vita del pargoletto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -