Faenza: chiude in casa la convivente dopo litigio, arrestato tunisino

Faenza: chiude in casa la convivente dopo litigio, arrestato tunisino

Faenza: chiude in casa la convivente dopo litigio, arrestato tunisino

FAENZA - Ha chiuso in casa la convivente polacca al culmine di un litigio scoppiato per motivi di gelosia e si è allontanato per il centro di Faenza, dove era in corso la notte bianca della musica indipendente. Un incensurato tunisino di 23 anni, in Italia con un regolare permesso di soggiorno, Sallami Hichem, è stato arrestato dagli agenti del locale Commissariato di Polizia nel cuore della nottata tra sabato e domenica con l'accusa di sequestro di persona.

 

I poliziotti hanno ‘liberato' la donna in seguito ad una richiesta d'intervento giunta intorno alle 2 al centralino del ‘113'. La giovane, madre di un neonato di appena 3 mesi, ha spiegato agli agenti che il convivente ha abbandonato l'abitazione dopo un violento battibecco legato a questioni di gelosia. L'extracomunitario, prima di andarsene, si è impossessato anche del mazzo di chiavi della compagna, chiudendola in casa.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 23enne è stato poi individuato nel centro della città Manfreda ed arrestato per il reato di sequestro di personale. Lunedì si è svolta al tribunale di Ravenna l'udienza di convalida. Hichem è tornato in libertà in attesa della prossima udienza fissata per il 12 dicembre, ma non potrà metter piedi nell'abitazione della convivente e quanto meno frequentarla.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -