Faenza, clonavano bancomat e carte di credito. Due arresti

Faenza, clonavano bancomat e carte di credito. Due arresti

Faenza, clonavano bancomat e carte di credito. Due arresti

FAENZA - Esperti nella clonazione di bancomat catturati mercoledì dagli agenti del Commissariato di Polizia di Faenza. Si tratta di due cittadini, A.Y. e H.D. le loro iniziali, entrambi trentunenni. I due, accusati di accesso abusivo nei sistemi informatici, finalizzato proprio alla clonazione delle carte di credito, sono stati fermati di notte presso un albergo di Barberino del Mugello, in collaborazione con i Carabinieri, fermando l'attività di pirateria informatica.

 

L' individuazione è arrivata al termine di un'indagine condotta dalla Polizia del Commissariato di Faenza, avviata dopo il rinvenimento nel maggio di uno skimmer ed una tastiera nel bancomat di un'agenzia bancaria faentina. Lo "Skimming", consiste in un dispositivo montato nella fessura di inserimento della carta, alimentato con la batteria di un cellulare, e da una tastiera sovrapposta a quella originale che acquisivano i dati del codice pin consentendo, comunque, l'effettuazione dell'operazione in corso.

 

Il rinvenimento ha immediatamente neutralizzato il congegno elettronico di clonazione della scheda bancomat o carta di credito, evitando l'illecita captazione dei codici che una volta duplicati consentivano l'effettuazione dei prelievi fraudolenti.

 

L'attività investigativa, sviluppatasi partendo da queste tracce, ha permesso di ricostruire il "modus operandi" dei due clonatori, i quali agivano normalmente nei fine settimana, consentendo di individuarne poi l'auto usata, diffondendone le ricerche su tutto il territorio nazionale.

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -