Faenza contro la manovra. Fantinelli (Lega): "Ma niente bandiere a mezz'asta"

Faenza contro la manovra. Fantinelli (Lega): "Ma niente bandiere a mezz'asta"

FAENZA - "Penso che abbiamo passato ogni limite, questa coalizione di cattocomunisti non ha più il senso della misura". Indignato è il commento del Consigliere Comunale della Lega Nord Stefano Fantinelli, che sottolinea come "mettere la bandiere a mezz'asta in segno di lutto per una battaglia politica che è legittima, ma che ha ben altri modi e mezzi per essere combattuta, è inaccettabile. Che il Sindaco Malpezzi fosse ostaggio del PD e che la sua tanto ventilata autonomia, sbandierata ai quattro venti in campagna elettorale, sia solo un ricordo è un dato ormai assodato, ma arrivare fino a questo punto non ce lo aspettavamo. Il segno di lutto che la bandiera a mezz'asta dimostra va mantenuto per occasioni diverse e snaturarne l'utilizzo non fa altro che disonorare tutte le altre volte che è stato usato questo significato".

 

"La Lega Nord è ben consapevole delle difficoltà in cui versa la cassa comunale e che certi tagli previsti dalla manovra non agevolerebbero la situazione, per questo i nostri parlamentari hanno presentato emendamenti alla manovra." Conclude l'esponente leghista " Malpezzi e la sua giunta comincino a perseguire una linea di rigore nella gestione delle cassa comunale, denuncino pubblicamente le passate amministrazioni che hanno messo in ginocchio Faenza con sperperi sotto gli occhi di tutti e riportino in alto la bandiera Manfreda sul pennone di Piazza del Popolo"

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -