Faenza: controlli dei Carabinieri, quattro persone denunciate

Faenza: controlli dei Carabinieri, quattro persone denunciate

Faenza: controlli dei Carabinieri, quattro persone denunciate

FAENZA - Quattro denunce, ventiquattro contravvenzioni al codice della strada elevate, ventisette punti patente complessivi decurtati, 311 mezzi controllati, 357 persone controllate (56 delle quali di nazionalità straniera, di cui due avviate in Questura per regolarizzare la posizione sul territorio regionale in quanto senza permesso di soggiorno), venti controlli con etilometro e autovelox effettuati. Sono i numeri forniti dai Carabinieri della Compagnia di Faenza, impegnati nel fine settimana di Ferragosto in un servizio straordinario di perlustrazione del territorio.

 

CONTROLLI SU STRADE - Complessivamente sono state 90 le pattuglie impegnate nei servizi perlustrativi. Nell'ambito dei controlli finalizzati al rispetto del codice della strada (impiegati anche autovelox e etilometri), sono state elevate 24 contravvenzioni. Ritirate anche una patente ed una carta di circolazione.

 

QUATTRO DENUNCE - I Carabinieri di Castelbolognese hanno denunciato un 50nne di Cotignola, incensurato, per minaccia nei confronti di un 44enne di Castelbolognese per motivi di natura sentimentale. I militari, inoltre, hanno deferito in stato di libertà un romeno di 58 anni,  incensurato,  per molestie e disturbo alle persone avvenuto in piazza Berardi. L'uomo, sotto l'effetto dell'alcol, è stato anche sanzionato per ubriachezza.

 

Un disoccupato censurato 17enne residente a Forlì è stato denunciato all'autorità giudiziaria della Procura dei Minori di Bologna dai Carabinieri della stazione di Reda per furto aggravato di materiale ferroso rubato in via Fossolo a Faenza ai danni di un 49enne.

 

Un pregiudicato clandestino di nazionalità marocchina di 23 anni, Haid Haimer, invece, è stato deferito per inosservanza dell'ordine del Questore di Ravenna, emesso il 10 luglio scorso, di lasciare il territorio nazionale, e per mancata esibizione senza giustificato motivo di un documento di identificazione. Ques'ultimo è stato rintracciato in via Garibaldi a Faenza insieme ad un afgano e avviato all'ufficio immigrazione della Questura di Ravenna per la regolarizzazione della posizione sul territorio nazionale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -