FAENZA - Da lunedì scatta la 'fase due' per la rotonda di via Granarolo

FAENZA - Da lunedì scatta la 'fase due' per la rotonda di via Granarolo

FAENZA - Da lunedì 29 gennaio prossimo prende il via la seconda fase dei lavori di realizzazione della nuova rotatoria all’incrocio fra via Granarolo e via degli Olmi.

L’intervento, appaltato per 378 mila euro (iva esclusa) alla ditta Tecno Ambiente srl di Santarcangelo di Romagna, è finalizzato a migliorare la sicurezza della viabilità nella via Granarolo, in un incrocio attualmente congestionato da una gran mole di traffico.

I lavori della prima fase non hanno comporto problemi al traffico veicolare in quanto si è intervenuti fuori dalla sede viaria, iniziando sulla parte di destra (lato est), attigua all’urbanizzazione S.Rocco.


Da lunedì prossimo, salvo rinvii dovuti ad avverse condizioni climatiche, si inizierà invece a lavorare nella sede stradale e questo causerà qualche disagio agli automobilisti.

Per i veicoli transitanti in via degli Olmi non sarà infatti possibile immettersi sulla via Granarolo: l’uscita da via degli Olmi sarà consentita solo sulla via S.Silvestro.

I veicoli transitanti in via Granarolo potranno invece svoltare su via degli Olmi, ma mentre per quelli provenienti dall’Autostrada non vi saranno problemi, i veicoli provenienti dal centro città dovranno invece proseguire fino alla successiva rotonda a monte (distante circa 400 metri dalla nuova in costruzione) per poi ritornare indietro e svoltare a destra su via degli Olmi.

Questa seconda fase dei lavori dovrebbe durare poco meno di due mesi, poi inizierà la terza e ultima fase, che prevede la creazione dell’anello centrale della rotatoria con le aiuole spartitraffico. L’intervento dovrebbe essere portato a termine entro la fine del prossimo mese di maggio.


Il progetto della nuova rotatoria è particolarmente qualificante, anche sotto l’aspetto dell’arredo urbano, è infatti prevista la realizzazione nella rotonda di una sorta di scultura in acciaio con lunghi tagli longitudinali, alla sera illuminati da segnali luminosi per sottolineare la forma e il contrasto fra luci e ombre.

La rotatoria avrà un diametro interno di 25 metri e uno esterno di 43 metri, con una fascia sormontabile larga 1,25 metri; le corsie in entrata e uscita avranno invece di una larghezza di 4 metri e mezzo e saranno separate da aiuole spartitraffico perimetrali e cordonature stradali in rilievo. Il cordolo della rotonda sarà costituito da un elemento sagomato in acciaio, con corpi luminosi incassati a caratterizzare ed evidenziare l’anello centrale, soprattutto nelle ore notturne.


I lavori prevedono anche la realizzazione di un collegamento con il percorso ciclopedonale già esistente a fianco del Canale Naviglio. Inoltre, per quanto riguarda l’illuminazione pubblica dell’area, sarà posta particolare attenzione anche all’aspetto estetico, in considerazione dell’importanza dell’intero asse viario fortemente caratterizzato dal Canale Naviglio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il verde, infine, sarà progettato nell’ambito di un più vasto sistema a verde, tenendo conto dei futuri ampliamenti in prossimità dell’area di tutela e rispetto del Canale Naviglio, che sarà destinata a verde pubblico.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -