Faenza dice addio al Mei, nel 2011 si svolgerà a Bari

Faenza dice addio al Mei, nel 2011 si svolgerà a Bari

L'immagine dell'inaugurazione di una edizione del Mei con il ministro Giorgia Meloni e il patron Giordano Sangiorgi

Uno dei festival più conosciuti in Romagna se ne va verso altri lidi. E' il Meeting delle etichette indipendenti, il Mei, che da Faenza se ne va dopo quindici anni per trovare spazio a Bari, all'interno del Medimex, Festival di musiche del Mediterraneo, che vivrà la sua prima edizione dal 25 al 27 novembre 2011. Come è riuscita la Puglia governata dal presidente Nichi Vendola a ‘scippare' il famoso festival alla Romagna? Grazie agli 8 milioni di euro di fondi europei stanziati per la cultura.

Si tratta dei  fondi europei per lo sviluppo regionale (Fesr) che la Regione Puglia ha deciso di investire massicciamente per portare nelle proprie città importanti festival e rassegne di carattere culturale-musicale. E' accaduto con l'Italia Wawe, scippato ad Arezzo e Livorno, ed ora succede anche con il più importante festival italiano della musica indipendente.

Gli organizzatori spiegano che non c'erano più i sostegni pubblici che rendevano possibile mantenere a Faenza la rassegna. Comune e Regione hanno diminuito i contributi. In particolare il Comune di Faenza ha ridotto l'esborso da 100mila a 70mila euro. La Regione non è riuscita a fronteggiare gli ammanchi, benchè (viene precisato dal palazzo di viale Aldo Moro) sia stata tirata in ballo quando già c'era un accordo sottoscritto tra il Mei e la Regione Puglia.

Insomma in Emilia-Romagna non c'erano soldi pubblici sufficienti per garantire lo svolgimento della rassegna; altra musica in Puglia dove, almeno per il 2011, i soldi non mancano. Il problema nascerà nel 2012, quando i fondi Fesr saranno finiti e quelle risorse che sono state stanziate quest'anno dovranno essere trovate sotto altra forma. Su questo spera anche l'Emilia-Romagna, dove la Regione si è data l'obiettivo di provare a riportare a Faenza il festival delle etichette indipendenti, magari facendo leva sulla sensibilità di investitori privati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di MOHAMMED
    MOHAMMED

    Non e' una grossa perdita. più che un festival era una festicciola con un po di bancarelle e gente dei centri sociali, di sicuro in puglia si troveranno meglio. I soldi vanno spesi dove servono e non regalati a gente che organizza una cosa all'anno e poi campa di rendita.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -