Faenza, "Giovani e dipendenze: quale prevenzione?''. Se ne discute mercoledì

Faenza, "Giovani e dipendenze: quale prevenzione?''. Se ne discute mercoledì

FAENZA - "Giovani e dipendenze: quale prevenzione? Tra bisogno di senso e scarsità di risorse" è il titolo del seminario in programma mercoledì, con inizio alle ore 9.15, all'auditorium S.Umiltà di Faenza (via Pascoli, 15). L'iniziativa, organizzata dai Servizi sociali Associati di Faenza, dal Servizio Dipendenze patologiche dell'Azienda Usl di Ravenna e dalla cooperativa sociale Comes di Marradi, vuole essere un'occasione per riflettere sul delicato tema della prevenzione e le metodologie da utilizzare per raggiungere i giovani.

 

L'incontro si aprirà con i saluti del Sindaco di Faenza, del direttore del Distretto sanitario di Faenza Richard Betti, della direttrice del Servizio Dipendenze patologiche dell'Ausl di Ravenna Silvia Briani e di don Nilo Nannini, responsabile della Comunità Sasso-Montegianni di Marradi (Firenze). Seguiranno poi gli interventi di Pierangelo Unibosi, responsabile dei Servizi sociali Associati di Faenza ("Giovani e dipendenze: gli interventi nel territorio faentino"), Leopoldo Grosso, vice presidente del Gruppo Abele di Torino ("Le prevenzioni: obiettivi e metodi"), Michele Marangi di Media educator Torino ("Eccessi ordinari: oltre le sostanze, l'addiction come stile di vita").

 

Dopo la pausa pranzo, nel pomeriggio (dalle ore 14) sono previsti gli interventi dei vari gruppi di lavoro, coordinati da Michele Marangi e Leopoldo Grosso, e l'intervento conclusivo di Deanna Olivoni, responsabile dell'Unità operativa Dipendenze patologiche di Faenza.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -