Faenza, Gruppo Delta a rischio liquidazione: preoccupazione per 80 dipendenti

Faenza, Gruppo Delta a rischio liquidazione: preoccupazione per 80 dipendenti

Faenza, Gruppo Delta a rischio liquidazione: preoccupazione per 80 dipendenti

FAENZA - La situazione del Gruppo Delta  rischia di evolvere in maniera pesantemente negativa e con gravi ripercussioni anche per un'ottantina di lavoratori faentini (a livello nazionale il gruppo conta circa 900 dipendenti). Circa 80 persone sono impegnate nella città manfreda in Carifin Italia Spa (35 dipendenti), River Holding Spa, Carirete Spa, Holding reti Spa, Detto Factor Spa, Delta Spa e Rent società di autonoleggio. I sindacati: "E' emerso che il gruppo non ha futuro"

 

Il contratto prevalentemente applicato è quello del credito, ma in alcune società si applica quello del commercio e in Rent quello dei Trasporti.


Lo scorso 15 marzo le organizzazioni sindacali sono state convocate a Roma dai Commissari straordinari incaricati da Bankitalia dell'amministrazione straordinaria del gruppo Delta. "Abbiamo appreso che Intesa ha ritirato la propria offerta di acquisto da parte del gruppo - sottolineano i sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil e i sindacati autonomi -. Ci è stato detto che non esistono alternative a Intesa ed è emerso che il gruppo non ha futuro ne mercato. E' stata ventilata un'ipotesi di procedura di messa in liquidazione. Quest'ultima, secondo i commissari, servirebbe a salvare il salvabile per qualche anno. Abbiamo risposto che per noi l'unica opzione è quella di trovare una soluzione che salvi l'occupazione con una ricollocazione di tutti. Cassa di Risparmio di San Marino, Bankitalia, Intesa e le banche creditrici hanno portato l'azienda in questa situazione e devono assumersi tutte le loro responsabilità. Le lavoratrici e i lavoratori di Delta non saranno i soli a pagare".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -