FAENZA - I grandi vini dell'Emilia-Romagna in mostra al 'Mic'

FAENZA - I grandi vini dell'Emilia-Romagna in mostra al 'Mic'

FAENZA - Trenta produttori dell'Emilia-Romagna, due giorni di degustazioni e di dibattito sulla storia e sulla cultura del vino, offerti agli appassionati del buon bere e agli operatori del settore, sono gli ingredienti della 2° edizione di VINI AD ARTE, in programma domenica 27 e lunedì 28 maggio al Museo Internazionale della Ceramica di Faenza (MIC).


L’iniziativa nasce dal “Convito di Romagna”, l’associazione di produttori nata nel 2001 con l’obiettivo di far conoscere e apprezzare i vini di qualità della Romagna, primo tra tutti il Sangiovese. Una scommessa vinta a leggere le guide nazionali e internazionali e le valutazioni espresse dalle riviste di settore, dove i prodotti targati “Convito” (TreMonti, Stefano Ferrucci, Fattoria Zerbina, Poderi Morini, Calonga, Drei Donà-Tenuta La Palazza, San Valentino, San Patrignano) sono considerati di altissimo livello. Un sfida che il “Convito” vuole estendere oggi anche ad altri territori della regione, chiamando a VINI AD ARTE anche altre realtà emiliane. Tra loro il consorzio Mosaico Piacentino (La Stoppa, Il Poggiarello, La Tosa, Lusenti, Torre Fornello) e singole cantine quali Aldrovandi, Erioli, Gradizzolo, Vallona, Villa Liverzano, Consorzio Viticoltori Biologici dei Colli di Brisighella, Villa Papiano, Tenuta Pennita, Poderi Dal Nespoli, Stefano Berti, Giovanna Madonia, Tenuta La Viola, Villa Trentola, Tenuta Volpe, Tenuta Santini.


Novità di questa seconda edizione è la presenza dell’olio. Molti produttori, infatti, presenteranno al pubblico anche la loro produzione olearia e per l’occasione il MIC metterà in mostra, per la prima volta nelle sue sale, alcune rare ceramiche usate nel ‘500 e nel­ ‘600 per conservare, servire e bere il vino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Vite e olivo nascono dalla terra, sono espressione diretta della sua tipicità e delle sue caratteristiche. E’ così anche per la ceramica – spiega Cristina Geminiani, presidente del Convito di Romagna - la cui materia è infatti l’argilla, uno degli elementi principali dei suoli delle dolci vigne romagnole ed emiliane. Allo stesso modo per modellare un vaso o dare vita ad un grande vino servono uguale cura, passione e sensibilità".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -