Faenza, i nuovi eventi per l'ottobre giapponese

Faenza, i nuovi eventi per l'ottobre giapponese

FAENZA - Oltre alla mostra "Banko-Faïence, bizzarrie ceramiche" ospitata nella Galleria comunale d'Arte (Voltone della Molinella, 4/6) e nei locali del Rossini Art Cafè (piazza del Popolo, 22) fino al 20 ottobre prossimo, Faenza ospita in questi giorni nuovi eventi nell'ambito dell'ottava rassegna dell'Ottobre Giapponese.

 

Venerdì 8 ottobre, con inizio alle ore 10.00, nella sala conferenze del Museo internazionale delle Ceramiche (viale Baccarini, 19), in occasione della Giornata mondiale per l'abolizione della pena di morte, si terrà un incontro dal titolo "Uno strano frutto, un amaro raccolto. La pena di morte in Italia, Stati Uniti e Giappone". Interverrà l'attivista giapponese Saito Yukari, membra del Forum 90 e del Centro di documentazione "Semi sotto la neve", che parlerà della situazione nel proprio Paese.

 

Sempre venerdì 8 ottobre, presso il Voltone della Molinella, per la serie "Incontri al Voltone", dalle ore 17.00 alle 18.00 "Cosa leggono i bambini in Giappone?", lettura per bambini dai quattro ai sette anni, a cura di Nicoletta Fiumi della libreria faentina Mellops.

 

Libri d'arte, d'argomento scientifico e teatri di carta editi da alcuni fra i più conosciuti editori giapponesi di testi rivolti ai bambini, per un approccio mai scontato alla lettura.

 

Dalle ore 18.00 alle 19.00, sempre nel Voltone della Molinella, "Ikebana con contenitori di riciclo", incontro per ragazzi dai sei ai quattordici anni, a cura di Roberto Papetti.

 

L'arte di disporre i fiori è una pratica antica che ha le sue radici nel Buddhismo. Un laboratorio di manualità e gioco proporrà come trasformare vari tipi di contenitori, che quotidianamente entrano nelle nostre case, in supporti per realizzare composizioni floreali e piccoli paesaggi.

 

Gli eventi programmati nella nostra provincia di questa ottava edizione della rassegna "Ottobre Giapponese" sono promossi dall'IsiAo (Istituto italiano per l'Africa e l'Oriente) dell'Emilia Romagna e dall'Ascig (Associazione per gli scambi culturali tra Italia e Giappone), in collaborazione con il Consolato Generale del Giappone a Milano, l'Istituto giapponese di Cultura, l'Università La Sapienza di Roma, il Centro culturale Versoriente, Legacoop, la Cooperativa Zerocento, Unipol Assicurazioni, l'Associazione Gemellaggi del Comune di Faenza, la Provincia di Ravenna, i Comuni di Faenza, Ravenna, Bagnacavallo e Solarolo e la Repubblica di San Marino.

 

Le varie iniziative (mostre, rassegne cinematografiche, incontri e appuntamenti conviviali), mirate ad approfondire e far conoscere gli aspetti più tipici della cultura del Paese del Sol Levante, sono ospitate fino al 5 novembre prossimo a Ravenna, Faenza, Bagnacavallo, Solarolo e a San Marino.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -