Faenza, i "Teatro degli Orrori" in cima alla top ten dei brani gettonati dalle web-radio

Faenza, i "Teatro degli Orrori" in cima alla top ten dei brani gettonati dalle web-radio

FAENZA - La top ten dei brani indipendenti del 2010, frutto di un anno di Indie Music Like, la classifica dei brani più gettonati da oltre 300 web radio italiane, le nuove radio libere degli Anni Zero, curata ogni settimana dal Mei - Meeting degli Indipendenti, conferma ancora una volta che il 2010 è stato l'anno del Teatro degli Orrori. Suo infatti il brano in testa alla Top Ten Songs dell'anno con "A sangue freddo", dedicato a Ken Saro Wiwa.

 

La band di Pierpaolo Capovilla riesce a piazzare addirittura due brani in questa speciale classifica, ponendo al sesto posto "E' colpa mia", sempre estratto dall'album "A sangue freddo", prodotto dalla Tempesta Dischi. Subito dietro arriva uno dei leader della nuovelle vague dei cantautori italiani, quell'Alessandro Mannarino che con la sua "Me so'mbriacato" rinnova la canzone d'autore mentre al terzo posto si confermano i Calibro 35 con il progetto realizzato in collaborazione con Roberto Dell'Era sul beat, e addirittura raddoppiano con la loro hit "Milano Odia", una musica che li ha portati ad un riconoscimento internazionale.

 

Dietro altre storiche band leader della scena indie italiana come i campani A Toys Orchestra con "Mystical Mystake", Tre Allegri Ragazzi Morti con la title-track del loro ultimo album "Primitivi del futuro" e i ritrovati Massimo Volume di Emidio Clementi con "Litio", mentre nel filone della nuova canzone d'autiore va inserito anche il ligure Zibba con il suo singolo "Ammami" prodotto dalla neonata label Volume Records, e tra i dieci segnaliamo anche il grande ritorno di Skardy con la canzone "Fame un spritz" che l'ha rilanciato grazie alla produzione della storica Alma Music e che segnala la forza del dialetto nelle autoproduzioni indipendenti, così come dimostra anche il brano di Alessandro Mannarino. Fra le etichette, La Tempesta Dischi si conferma fra le più attive del 2010, andando ad occupare ben 4 piazze della Top Ten, dimostrando così di meritare ampiamente il riconoscimento PIMI - Premio Italiano Musica Indipendente, come miglior etichetta indipendente del 2010.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -