Faenza, il caso Omsa arriva a Porta a Porta

Faenza, il caso Omsa arriva a Porta a Porta

Faenza, il caso Omsa arriva a Porta a Porta

Dopo Annozero, anche Porta a Porta si occupa della crisi Omsa, incontrando lavoratori e lavoratrici lunedì alle 18, alle Sale Bigari del Comune di Faenza. Sarà la giornalista di Rai1, Daniela Di Marzo, a registrare il servizio che verrà trasmesso nei giorni successivi. Il caso dei 350 lavoratori lasciati a casa, per decisione della Golden Lady, approda nuovamente sulle reti Rai: "Ancora una volta la vertenza dell'Omsa potrà salire alla ribalta nazionale ed essere seguita e conosciuta da molte persone."

 

Lo ha dichiarato Samuela Meci della Filctem-Cgil: "Bisogna continuare a farlo perchè le cronache italiane sono tutte imperniate di argomenti assurdi (escort, case all'estero, la fine della crisi) che cercano di nascondere quella che è la realtà, dove tantissimi lavoratori e lavoratrici stanno pagando veramente, con la perdita del posto di lavoro, le scelte di certi "imprenditori", che solo per interesse economico, scelgono di voler produrre all'estero, di delocalizzare in paesi dove il costo del lavoro è più basso.

Il problema è che ci sarà sempre qualcuno disposto a lavorare per meno, perchè ha meno diritti, perchè è più povero".

 

"L'obbiettivo - spiega Meci - è quello di costruire un accordo complessivo che assicuri il ricollocamento di tutto il personale dell'Omsa, e prepararsi al prossimo incontro al Ministero, il 18 novembre 2010, dove in quell'occasione la proprietà dovrà dimostrare la propria responsabilità in modo concreto, costruttivo e propositivo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -