FAENZA - Il Giappone ospita l'opera di Carlo Zauli

FAENZA - Il Giappone ospita l'opera di Carlo Zauli

FAENZA – Un accordo sancito fra il Sindaco di Faenza Claudio Casadio, Matteo Zauli direttore del museo dedicato al padre Carlo Zauli e Ryuichi Matsubara, curatore del museo d'arte moderna di Kyoto, porterà nuovamente l'opera di Zauli in Giappone, molto apprezzata sin dagli anni '60. Sarà una mostra itinerante che verrà inaugurata il 1° ottobre al museo d'arte moderna di Kyoto e dove le opere resteranno fino al 25 novembre.

L'esposizione, però, continuerà il suo viaggio lungo l'isola giapponese finendo il suo percorso solo a settembre del 2008 presso il museo Uragami della città di Hagi. Verranno esposte per la prima volta alcune opere che mai sono uscite dalla mansione Zauli, questo in omaggio al paese nipponico che ha saputo riconoscere la bravura dello scultore faentino e valorizzarla agli occhi del pubblico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Carlo Zauli è considerato indiscutibilmente uno dei ceramisti scultori più importanti del novecento. Dopo aver vinto negli anni cinquanta i principali riconoscimenti dedicati all'arte ceramica, i primi anni sessanta lo videro evolvere verso un'interpretazione marcatamente scultorea del proprio mestiere. In questi anni matura il proprio linguaggio artistico, intriso di atmosfere informali intrecciate ad una armoniosa ma dirompente “naturalità”. Sono gli anni di un crescente successo internazionale: dal 1958, anno nel quale sono realizzati i grandi altorilievi per la reggia di Baghdad e il Poligrafico di Stato del Kuwait, vede la propria fama crescere continuamente, fino a spingersi, tra gli anni settanta ed ottanta, a tutta l'Europa, il Giappone, l'America del Nord, dove realizza esposizione e colloca opere in permanenza.

Carlo Zauli è nato nel 1926 a Faenza, dove è scomparso nel 2002. Le sue opere sono presenti oggi in quaranta musei in tutto il mondo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -