Faenza, impianto di energia Caviro, i 'Grillini' appoggiano il 'no'

Faenza, impianto di energia Caviro, i 'Grillini' appoggiano il 'no'

FAENZA - In relazione agli articoli usciti sui quotidiani del 20 Agosto 09 relativi all'ampliamento dell'impianto di produzione energia "Caviro" l'associazione Fuori dal Coro e il meetup Amici di Beppe Grillo appoggiano le perplessita' sollevate dal comitato no all'inceneritore.

 

Sottolineando il problema, che nelle grandi distillerie presenti a Faenza come Tampieri, Caviro e Distercoop, sono già esistenti inceneritori che bruciano biomasse, vogliamo ricordare che i danni prodotti all'ambiente e alla salute dell'uomo derivano dalla combustione ad alte temperature, come quelle che ci sono all'interno di questi impianti, in quanto durante tale processo è stato verificato che vengono prodotte nanoparticelle. Quindi il problema non è ciò che si brucia nell'impianto ma il processo di combustione che avviene nell'inceneritore!

 

In risposta alle dichiarazioni di Secondo Ricci "il nostro nuovo camino è dotato di un filtro analogo all'impianto di incenerimento rifiuti ospedalieri di Forli", ricordiamo al presidente della Caviro che scienziati hanno più volte ribadito che non esistono filtri in grado di bloccare le nanoparticelle, infatti è stato verificato da associazioni come quella del Clandestino di Forlì insieme a medici ed oncologi che, nella zona di Coriano, dove si trova l'inceneritore dei rifiuti ospedalieri, i casi di tumore e altre patologie sono aumentati.

 

Vorremmo ribadire agli imprenditori faentini, ma soprattutto all'amministrazione comunale e provinciale, che la costituzione tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività.

 

 

Ass. Fuori dal coro, Grilli incazzati Faenza

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -