Faenza: la città accoglie il motocross mondiale

Faenza: la città accoglie il motocross mondiale

FAENZA - Tutti in ferie o quasi. Il  motoclub Faenza è tra i quasi. I prossimi 13 e 14 settembre  il sodalizio manfredo avrà il compito di organizzare la  quindicesima  e decisiva prova del mondiale di Motocross MX1 (moto fino a 450 cc, la MotoGp del Motocross) e MX2 (Moto fino a 250 cc) dove verranno assegnati i titoli iridati. Dopo il buon successo dell'edizione 2007, la DBO , la società che detiene i diritti dei mondiali motocross e Supermoto  in Italia, ha accordato senza esitazioni la preferenza alla pista romagnola ed allo staff del motoclub Faenza per l'organizzazione delle gara, unico Gran Premio con la denominazione di una città, ovvero Faenza.

 

Per la "Romagna Motociclistica", dopo il  Gran Prix Superbike dello scorso giugno e la MotoGp il programma il prossimo  31 agosto (entrambi a Misano) il mondiale di motocross chiuderà il cerchio delle manifestazioni iridate di questa zona legate al motociclismo. Per Faenza e la sua pista si tratterà della nona manifestazione iridata dopo le esperienze del  1979 (classe 500), 1982 (classe 125), 1985 (classe 125), 1989 (classe 125), 1993 (classe 500, 2006 (Classe MX3) e il già citato (doppio impegno) del 2007 con due gare divise in date diverse  per MX1/MX2 (vinte rispettivamente dai fratelli francesi  Sebastien e Crhistophe Pourcel) ed ancora MX3, andata al perugino Manuel Monni .

La macchina organizzativa del "Gran Premio di Faenza - Città delle ceramiche" , neanche a dirlo, è già in movimento da mesi ma adesso inzia la fase "calda". L'ultima gara di campionato è sempre molto delicata, soprattutto perchè viene chiesto agli organizzatori uno sforzo in più sia dal punto di vista logistico sia per l'allestimento della pista che deve assicurare i massimi strandard qualitativi per non falsare il rush al titolo.

 

In questi mesi, nonostante l'intensa attività organizzativa del motoclub Faenza non si sia fermata grazie all'allestimento dei  campionati  regionali e  nazionali, Il campo cross comunale "Monte Coralli" è stato oggetto delle prime  modifiche di percorso richieste dalla federazione internazionale e dalla Youthstream (il promotore del mondiale) ed alcuni lavori per preparare al meglio il terreno. Il tracciato lungo, 1.600 metri, verrà modificato nel conosciutissimo salto in discesa centrale (il biglietto da visita di questo tracciato nel mondo) reso ancora più spettacolare nel tratto successivo dalla modifica del salto sopra il  sottopasso. Il prosssimo week-end il presidente del Motoclub Faenza Gian Luca Frattini si recherà a Lommel (Blegio) dove è in programma l'undicesima prova del mondiale.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La nostra gara coinvolge complessivamente almeno un centinaio di persone, ed oltre allo staff del direttivo del club ed ai soci, possiamo contare sul supporto di varie associazioni di volontariato come i soci di altri motoclub della zona per le figure di commissario di percorso, ma anche volontari  di pronto soccorso, protezione civile nonché il prezioso supporto del Comune e delle forze dell'ordine. - analizza il presidente  Frattini -  ed in Belgio conosceremo gli ultimi dettagli delle richieste mosse dal promotore e sapremo anche dove posizionare le telecamere". La prova mondiale di Faenza, infatti, verrà irradiata praticamente tutto il mondo grazie al canale satellitare Eurosport che manda sempre in diretta almeno una delle due Manche della MX1, oltre alla copertura della MX2 curata da SportItalia, altro canale legato alla galassia Eurosport, anche se è bene ricordare che il motocross è seguito da tutti i più imporanti network naizonali. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -