Faenza, la Lega Nord: "Famosi per esportazione di ceramica e delinquenza"

Faenza, la Lega Nord: "Famosi per esportazione di ceramica e delinquenza"

FAENZA - "Faenza città delle ceramiche, questo era la principale caratteristica fino a qualche tempo fa, ma ora siamo famosi anche per esportare delinquenza. Chiedete ai cittadini di Massa Lombarda di via Marzabotto che l'altra notte si sono visti sventare un furto nella loro abitazione dalle volanti del Commissariato da un gruppo di zingari che hanno residenza a Faenza nella frazione di Pieve Corleto nella casa di proprietà del Comune Manfredo".

 

E' quanto si legge in una nota del Direttivo comunale della Lega Nord Faenza, alla luce degli ultimi avvenimenti di cronaca che hanno visto come protagonisti alcuni extracomunitari.


"Non è più accettabile convivere con una situazione di degrado che colpisce non solo più la nostra città, ed in particolare a frazione di Reda, ma anche le città limitrofe. L'Amministrazione non può essere quella che fornisce abitazione, paga le bollette di luce, acqua e gas a zingari che hanno come unica loro attività ripulire le case del circondario, molestare i cittadini  cercando di sottrargli i loro beni".


"La Lega Nord, continuando con coerenza la sua battaglia, si farà come sempre portavoce di queste problematiche anche nel prossimo Consiglio Comunale, che verrà rieletto il 28 e 29 marzo prossimo, perseguendo ogni iniziativa atta a contrastare questa forma di delinquenza e a rivedere le accordi sulla residenza in proprietà Comunali degli zingari a Faenza" si conclude la nota.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -