Faenza, "Lunedì Cult movie" con i grandi nomi del cinema italiano

Faenza, "Lunedì Cult movie" con i grandi nomi del cinema italiano

Il regista Ascanio Celestini

L'11 ottobre riparte la rassegna "Lunedì Cult Movie - Il cinema da mangiare in centro", riproposta come sempre per la stagione invernale al Cinema Italia di Faenza. I curatori di "Cinemaincentro" hanno lavorato per allestire una rassegna di qualità, assicurandosi fra l'altro la presenza di tre registi di rilievo nel panorama nazionale attuale, come Aureliano Amadei (autore del già celebre "20 sigarette"), Antonio Capuano ("L'amore buio") ed Ascanio Celestini ("La pecora nera").

 

La prima parte della rassegna, quella che arriverà alla vacanze natalizie, inizierà l'11 ottobre con "My son, my son, what have ye done", film drammatico del tedesco Werner Herzog, proseguendo lunedì 18 con "Howl - Urlo" di Rob Epstein e Jeffrey Friedman. Il 25 ottobre toccherà a "20 sigarette", interpretato da Vinicio Marchioni, Carolina Crescentini, Giorgio Colangeli. Apprezzato dalla critica, il film racconta il grave attentato avvenuto il 12 novembre 2003 a Nassiriya, in Iraq (50 vittime, 25 delle quali militari italiani), visto con gli occhi dell'unico civile sopravvissuto, appunto il regista Aureliano Amadei, che nell'occasione sarà presente al cinema Italia, pronto a commentare il proprio lavoro.

 

Lunedì 8 novembre sarà la volta di un atteso film documentario italiano: "Niente paura", di Piergiorgio Gay, con Luciano Ligabue, Carlo Verdone e Paolo Rossi. Il 15 novembre appuntamento con "L'amore buio", interpretato da Irene De Angelis, Gabriele Agrio e Valeria Golino, drammatica storia d'amore fra un ragazzo introverso relegato in galera ed una ragazza ugualmente problematica confinata in una vita borghese. Il regista Antonio Capuano sarà presente in sala. Appuntamento col thriller americano invece lunedì 22 per "The town", con Ben Affleck nel doppio ruolo di regista ed attore protagonista. Lunedì 29 novembre Il Lunedì Cult Movie proporrà "La pecora nera", diretto da Ascanio Celestini, con lo stesso anche nei panni di attore assieme a Giorgio Tirabassi e Maya Sansa. "La pecora nera" narra la storia di Nicola, che per 35 anni ha vissuto in manicomio, mostrando uno spaccato della condizione di vita dei malati mentali in Italia dagli anni Sessanta ai giorni nostri. Celestini, che forse ha dato il meglio di sé a teatro, facendosi tuttavia conoscere ed apprezzare dal grande pubblico attraverso il mezzo televisivo, sarà presente in sala.

 

La rassegna del cinema Italia proseguirà lunedì 6 dicembre col thriller "Buried - Sepolto" del regista spagnolo Rodrigo Cortés; il 13 dicembre col dramma "Uomini di Dio" del regista francese Xavier Beauvois; il 20 dicembre col "Séraphine" del francese Martin Provost, vincitore di sette Premi Cesàr nel 2009. Commenti al film di Andrea Bruni alle 21,30.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -