Faenza, Minardi: �Ora continuerò a lavorare perché Omsa abbia un futuro�

Faenza, Minardi: “Ora continuerò a lavorare perché Omsa abbia un futuro”

Gian Carlo Minardi è intervenuto venerdì mattina alla presentazione delle liste del Popolo delle Libertà, della Lega Nord e della lista civica "Faenza è Futuro" che appoggiano la sua candidatura a Sindaco del Comune di Faenza.

 

"Sto cercando di impostare un modo diverso di fare politica, un modo nuovo, valorizzando l'autonomia delle forze politiche che hanno condiviso il mio progetto per la città. Per questo - ha detto Minardi - ho lasciato piena libertà ai partiti nella formazione delle liste con l'unica condizione che ognuno dei candidati rappresenti un fattore virtuoso per il progetto che ho in mente".

 

"Per la mia storia - ha aggiunto il candidato Sindaco - so che un team è vincente quando vengono valorizzate tutte le personalità in gioco in un lavoro di squadra che fa della concretezza la sua bandiera. E' il momento di cambiare e di spezzare le dinamiche del passato. Alla logica della spartizione delle poltrone, ho preferito la scelta di persone che insieme vogliono fare ripartire Faenza. Sono sicuro che questa gente darà l'anima perché Faenza torni a correre. Ogni giorno ricevo telefonate di appoggio e di conferma alla mia scelta da tutto il mondo e incontro tanti faentini che esprimono il desiderio di una nuova politica, la politica del fare, capace di risolvere i problemi della gente. Per questo c'è bisogno che anche le forze politiche diano il meglio di se stesse".

 

A margine della presentazione delle liste del Popolo della Libertà, della Lega Nord e della lista civica "Faenza è Futuro" che lo sostengono, ha voluto rendere merito alle maestranze dell'Omsa che con i loro sacrifici e il presidio davanti alla fabbrica, hanno contribuito a riaprire la partita e che, ieri, a maggioranza hanno accolto l'accordo raggiunto al Tavolo del Ministero.

 

"E' stato un atto di grande responsabilità delle maestranze - ha detto Minardi -, indispensabile per evitare che venisse smantellata l'Omsa. Questo accordo offre gli strumenti e il tempo a chi vuole il bene dell'Omsa e di Faenza di lavorare per trovare soluzioni concrete, non di facciata. Ora bisogna pensare al futuro e impegnarsi seriamente.Di questo io mi sono occupato nelle scorse settimane invocando un intervento diretto del Governo e della politica locale e sottraendomi a operazioni di facciata come quella che ha visto protagonista oggi il responsabile nazionale dell'opposizione".

 

"Continuerò a impegnarmi anche come imprenditore con la consapevolezza che è necessaria, ma non sufficiente, la collaborazione della politica. Ieri - ha concluso Minardi - è stato ottenuto un doppio risultato importante: primo, perché gli impianti ricominciano a lavorare e non rischiano il deterioramento; secondo, perché abbiamo davanti abbastanza tempo per trovare le forze per fare ripartire l'Omsa. Lo farò senza farmi distrarre dalla campagna elettorale".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -