Faenza, notte garibaldina al Museo delle Ceramiche

Faenza, notte garibaldina al Museo delle Ceramiche

FAENZA - Nella sera di mercoledì 16 marzo al MIC si terranno due visite guidate in cui sarà trattato il tema dell'arte ceramica nel periodo del Risorgimento italiano e delle storie che legarono Giuseppe Garibaldi alle terre di Romagna. La visita si soffermerà su alcune opere, in parte già esposte - come il ritratto del generale Raffaele Pasi, dipinto da Angelo Marabini con la tecnica della "pittura ad impasto" - e in parte selezionate appositamente dai depositi, come ad esempio due terraglie Richard (una con il ritratto di Cavour e l'altra con la battaglia di Palestro), un intrigante catino da barbiere con un patriota che ostenta la bandiera tricolore ed il motto "W l'Italia", prodotto clandestinamente attorno al 1848 dalla faentina fabbrica Ferniani ed infine un piatto della manifattura Fabri di Roma con il ritratto di Garibaldi. Oltre a questi pezzi di significato commemorativo, politico e dichiaratamente patriottico, verrà presa in esame anche qualche ceramica rappresentativa del clima artistico dell'epoca, ad esempio della ritrattistica di Achille Farina o, ancora, di Angelo Marabini.

 

Questo racconto sarà intercalato da momenti musicali dedicati a brani dell'Ottocento di origine popolare oppure evocati dai temi trattati nella narrazione. Il repertorio sarà interpretato dal musicista che per l'occasione, suonando diversi strumenti, vestirà i panni di Garibaldi.

 

Guida narrativa: Sandro Bassi

Musicista: David Tucci

 

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -