Faenza, Omsa. La protesta diventa un picchetto davanti ai Golden Point

Faenza, Omsa. La protesta diventa un picchetto davanti ai Golden Point

Faenza, Omsa. La protesta diventa un picchetto davanti ai Golden Point

FAENZA - La Golden Lady chiude lo stabilimento OMSA di Faenza per trasferire le produzioni in Serbia. "Non rispetta l'accordo firmato al Ministero il 18 febbraio scorso che prevede il proseguo della produzione ancora esistente e la riconversione e rioccupazione delle lavoratrici; ad oggi quelle in forza sono ancora 240", dicono i sindacati in una nota.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per queste ragioni, sabato a Bologna davanti al punto di vendita della GOLDEN POINT sarà fatto un presidio sindacale "ed una informazione sullo stato della vertenza e chiederemo ai cittadini/consumatori, non solo di solidarizzare con le lavoratrici ma anche di appoggiare la scommessa ingaggiata dal sindacato per riconvertire e fare ripartire un sito produttivo che garantisca posti di lavoro ed una nuova opportunità di sviluppo per il territorio faentino", concludono i sindacati.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -