FAENZA - Partite le pre-adesioni al Mei

FAENZA - Partite le pre-adesioni al Mei

FAENZA - L’edizione del Mei 2007 si svolgerà sempre alla Fiera di Faenza il 24 e 25 novembre con anteprima il 23 novembre e , come annunciato dal fondatore Giordano Sangiorgi, sarà anche quest’anno la casa comune di tutte le produzioni musicali indipendenti italiane: dall’indie rock alla nuova musica d’autore, dal nuovo pop al neofolk, dal reggae all’hip-hop, dall’elettronica la punk, dal jazz al blues, dallo ska al metal fino a tutte le sfumature della nuova musica italiana, compresa la nuova musica contemporanea diventando sempre piu’ punto di riferimento della nuova scena made in Italy e uno dei primi marchi musicali del nostro paese. Dopo i dati dello scorso anno che hanno visto 30.000 persone, 300 artisti, 300 espositori, 250 videoclip, 150 giornalisti, 100 convegni, 50 operatori stranieri e oltre 6 milioni di spettatori in tv, il Mei si conferma la prima Fiera della nuova musica in Italia. L’affluenza totale (nelle dieci edizioni) è stata di 150.000 persone, l’affluenza massima di 30.000 persone nell’ultima edizione. Questo dato comprende anche l’affluenza alla Notte Light organizzata a Faenza, l’unica notte Indies Italiana.

Il Mei di quest’anno diventerà un vero e proprio polo della musica italiana con la presenza di etichette discografiche, produttori di strumenti musicali italiani, editoria e videomaker, produttori di musiche regionali, festival e la presenza di tutti gli operatori della scena italiana che rischia sempre piu’ in tutti i settori la definitiva cancellazione per colpa della globalizzazione.

NOVITA’

Tra le novità di quest’anno, oltre alla presenza di tutte le produzioni indies nei tre padiglioni della fiera –insieme ai tre tendoni per i live- spicca sicuramente quella della presenza di “Suono Italia” con il meglio della produzione artigianale nazionale di strumenti musicali in un padiglione del Palazzo delle Esposizioni, in centro a Faenza, che porterà una grande attenzione da parte del mondo della musica colta, jazz e contemporanea, a cui si aggiunge il progetto della valorizzazione delle musiche regionali con la presenza di festival e operatori del settore. A tale proposito, si terrà un workshop del Mei sabato 12 maggio durante il festival “La musica nelle aie” a Castel Raniero alla presenza di Slow Food Italia e con gli interventi di oltre 20 festival; è un altro elemento importante contro la globalizzazione e la cancellazione delle tradizioni musicali e culturali del territorio, testimonia la volontà di proseguire su un percorso volto a contrastare lo strapotere del marchi multinazionali in questo settore, ormai presenti anche in altre fiere nel nostro paese, che rischiano di cancellare la tradizione dell’artigianato come produzione musicale “made in Italy”.


Il “Mei International è un altro aspetto dell’evoluzione del Mei che a partire dalla scorsa edizione ha portato una cinquantina di operatori stranieri alla fiera e che sta proseguendo per allargare i contatti e consolidare gli scambi con realtà musicali a livello mondiale attraverso un accordo con il Ministero del Commercio con l’Estero che sta lavorando a valorizzare il Mei come punto di riferimento per gli operatori discografici stranieri in Italia. Inoltre sarà presente un interessante sezione World dove saranno fissati showcase, dibattiti e tavole rotonde legate a questo settore, un passo importante che copre un vuoto di attenzione nei confronti di questo settore così dinamico e ricco.


Due nuovi progetti sono inoltre Mei Tech Live” e “Mei Tech”: il primo, sviluppato dalla Minus Habens Records, punta a valorizzare la nuova scena elettronica e dance, un altro tassello del vasto panorama musicale del meeting, dimostrando l’attenzione non solo verso il folklore e la tradizione ma anche verso le nuove tecnologie e scene musicali. Il secondo, invece, il “Mei Tech”, è il progetto espositivo della Nopop di Bologna per coinvolgere tutte le nuove realtà di innovazione tecnologica in un’area apposita del Mei. Tali iniziative vanno ad affiancare il progetto Hip Hop Mei curato da Piotta e il progetto Punkadeka, dedicato alla scena punk italiana, che hanno ottenuto grandi consensi nelle passate edizioni.

Sono previsti incontri e presentazioni con i responsabili regionali AudioCoop in cui verranno presentati i nuovi assetti territoriali dell’associazione AudioCoop a livello nazionale.

Sarà inoltre prevista un'area espositiva denominata “Mei Fest”, riservata ai festival del circuito Mei Fest, il circuito costituito dai Festival per emergenti aderenti al Meeting delle Etichette Indipendenti.


Confermata, dopo il successo della passata edizione, La casa di Booklet spazio curato da John Vignola (già autore del volume “Il Libretto Mosso del Mei”) e Riccardo Isola.

PREMI

Sono confermati inoltre il Pimi e il Pivi, che sono i due premi storici del Mei: Premio Italiano per la Musica Indipendente, -(vedi scheda in allegato per i giornalisti ). che ogni anno premia le migliori produzioni indies, compreso il tradizionale Fuori dal Mucchio per l’album d’esordio e i Premi Speciali per gli italiani che si sono distinti all’estero da parte di Rockstar e Rocksound - confermato al Teatro Masini, con interesse della Rai a riprendere e trasmettere l’assegnazione, - assegnati dai giornalisti, e il Premio Italiano per il Videoclip Indipendente che dopo il grande successo dello scorso anno con più di 250 clip arrivati, si svolgerà, con un’area dedicata al video denominata “VideoCoop”, presso vari cinema nel centro di Faenza e in Fiera. Il bando per la partecipazione è già aperto e in allegato (vedi bando e scheda in allegato). Ci sarà anche il premio della critica di “M&D -Musica & Dischi- che nel 2006 è stato vinto da Marco Fabi. Sono previsti poi particolari riconoscimenti in occasione dei 10 anni dell’etichetta V2 e per i 20 anni della rivista musicale World Music Magazine.


LIVE ED EVENTI

E come sempre, oltre agli espositori, il Mei sarà incentrato sui live: circa 300 gli artisti attesi nella Fiera di Faenza, al Teatro Masini e concerti non stop in varie location della fiera e della città.

La Notte Light, l’unica notte indies italiana, con un evento in piazza del Popolo che conferma il grande successo della scorsa edizione, sarà una vera e propria festa per la città che coinvolgerà migliaia di persone, i locali e i bar di Faenza con concerti e DJ set per tutta la notte, realizzata insieme alle associazioni di categoria faentine.

Durante il Mei 2007 sono previste inoltre le celebrazioni di ben 3 trentennali: i 30 anni dell’etichetta Materiali Sonori, i 30 anni dello storico gruppo degli Skiantos e i 30 anni della rivista musicale il Mucchio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -