Faenza: parucchiere alla sbarra per violenza sessuale

Faenza: parucchiere alla sbarra per violenza sessuale

Faenza: parucchiere alla sbarra per violenza sessuale

FAENZA - Deve rispondere dell'accusa di violenza sessuale ai danni di un minore. A sette anni dal presunto episodio, avvenuto nel giugno del 2003, è cominciato il processo che vede imputato un parrucchiere faentino di 57 anni. Martedì, a porte chiuse, si è riunito il collegio presieduto dal giudice Donatella Di Fiore (a latere Roberto Evangelisti e Monica Galassi) che hanno ascoltato alcuni testimoni, tra cui gli agenti della Squadra Mobile di Ravenna che ha seguito le indagini.

 

L'imputato, difeso dall'avvocato Pier Paolo Tassani, ha sempre respinto ogni accusa. Secondo quanto denunciato dal ragazzo, all'epoca dei fatti minorenne, il parrucchiere lo portò in bagno per averlo costretto ad atti sessuali.

 

Per la difesa, invece, il ragazzo aveva deciso di sporgere querela per ripicca dopo che il parrucchiere gli aveva negato il ‘colore' ai capelli perché in orario in chiusura, invitandolo a tornare l'indomani.  Il tribunale collegiale ha fissato la prossima udienza per il 27 aprile.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -