Faenza: picchiava la moglie, patteggia un anno e mezzo

Faenza: picchiava la moglie, patteggia un anno e mezzo

Faenza: picchiava la moglie, patteggia un anno e mezzo

FAENZA - Un anno e mezzo di reclusione. E' questa la pena patteggiata da un faentino, imputato per maltrattamenti e lesioni aggravate. L'uomo, accecato dalla gelosia, picchiava la moglie davanti alle proprie figlie, minorenni. Nell'agosto scorso il faentino, in preda ad uno scatto di ira, ha rovesciato un armadio, gettando sedie e arredi per casa. Poi aggredì la compagna, con un pugno al volto spendendola così al pronto soccorso. I medici la giudicarono guaribile in dieci giorni.

 

Il fascicolo d'inchiesta, inizialmente nelle mani del pm Francesco Alvino, è passato al sostituto procuratore Gianluca Chiapponi in quanto il collega è stato trasferito alla Procura di Biella. Il processo di giovedì si è svolto davanti al gup di Ravenna Corrado Schiaretti. Ma il faentino dovrà tornare davanti al giudice per il prossimo 3 febbraio per altre accuse analoghe.

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di pm
    pm

    Ti sbagli Edoardo, i popoli padani non fanno queste cose ( se lo dice la TV è certamente vero). Sarà colpa dei soliti giornalisti che non capiscono mai, o di di qualche magistrato o avvocato rosso.

  • Avatar anonimo di Edoardo Bannato
    Edoardo Bannato

    Che strano, non avrei mai pensato che anche i romagnoli facessero queste cose, al TG2 mi avevano dato a intendere che è prerogativa degli extracomunitari...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -