Faenza, primarie Pd: duello televisivo tra Malpezzi e De Tollis

Faenza, primarie Pd: duello televisivo tra Malpezzi e De Tollis

Faenza, primarie Pd: duello televisivo tra Malpezzi e De Tollis

FAENZA - La sfida a distanza tra i candidati alle primarie del PD di Faenza, Luca De Tollis  e Giovanni Malpezzi, è partita già da qualche tempo, ma continua a tenere banco sulle pagine della cronaca locale la querelle sui programmi elettorali e sul ricorso presentato da Giovanni Malpezzi in merito ad una presunta disparità di trattamento da parte dei vertici del PD. Quella che si prefigura è una vera e propria guerra all'arma bianca il cui epilogo si scoprirà solo al termine dello spoglio elettorale del prossimo 13 dicembre.


Teleromagna, da sempre attenta ai temi caldi dell'attualità del territorio, dedica alla vicenda un'intera trasmissione che vedrà la diretta partecipazione dei protagonisti.
Luca De Tollis  e Giovanni Malpezzi saranno infatti ospiti della puntata di Ping Pong in onda domani, giovedì 3 dicembre, alle ore 21,15 in diretta dagli studi di Teleromagna. 


I due candidati risponderanno alle domande di Pier Giorgio Valbonetti, moderatore del Ping- Pong, su programmi, idee, obiettivi e futuro della città di Faenza. Sarà dicerto per i telespettatori una buona occasione per conoscere più a fondo i candidati e le relative posizioni riguardo agli importanti temi di attualità e politica.

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di Marc
    Marc

    Il fatto che UFFICIALMENTE il PD Faentino sponsorizzi il candidato De Tollis nei confronti di Malpezzi che si è sempre dichiarato ALL'INTERNO del PD, anche se formalmente possibile, è moralmente sbagliata! Malpezzi non appartiene ad un altro partito del centro-sinistra(in questo caso indicare il candidato ufficiale del Pd avrebbe avuto un senso...) e gode dell'appoggio di una parte importante del Pd faentino(e non solo...) che si è cercato di boicottare in tutti i modi. Visto che i 2 candidati sono interni al Pd buon senso avrebbe voluto che l'appoggio ufficiale del Pd ad un candidato ci fosse stato DOPO le primarie del centro-sinistra! Una gran parte degli elettori di centro-sinistra a Faenza sono rimasti molto male e spero il prossimo 13 dicembre se lo ricordino!

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Nel "sistema" Romagna Faenza è considerata una città di serie B, non capisco perchè. La situazione è ancora più sfigata perchè oltre alla sudditanza veterobolognese generalizzata c'è quella ancor più grave verso il capoluogo Ravenna + l'impossibilità di dialogare con il forlivese perchè in provincie diverse. Faentini, svegliatevi.

  • Avatar anonimo di Martin
    Martin

    Non lo vedono solo quelli che non vogliono vedere e quelli che hanno interesse che sia così. Ormai c'è un candidato sponsorizzato dai vertici del PDmeno elle, come dice Beppe Grillo, ed è DeTollis. Sponsorizzato anche dai sindaci delle città vicine (sempre del PD). Forse i faentini farebbero meglio a scegliere uno di loro anzichè un importato che fa solo comodo per non perdere i voti della margherita del fuoriuscito "leader" Rutelli. Faenza è una città d'arte, storia, tradizioni, che grazie alle varie gestioni insignificanti è ridotta un ricordo. La colpa è dei partiti che condizionano sempre il sindaco che loro stessi fanno eleggere solo che anzichè farlo fare il bene della città lo usano per mantenere il potere. fino a quando, però?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -