Faenza: prosegue il presidio degli agricoltori, arriva Bulbi

Faenza: prosegue il presidio degli agricoltori, arriva Bulbi

Faenza: prosegue il presidio degli agricoltori, arriva Bulbi

FAENZA - Massimo Bulbi e Gianluca Bagnara  si schierano a fianco dell'ortofrutta romagnola. Venerdì 25  settembre, a partire dalle 17, ci saranno anche il presidente della  Provincia di Forlì-Cesena e l'assessore provinciale all'Agricoltura  al presidio che CIA, Confagricoltura e COPAGRI hanno organizzato di  fronte al casello dell'A14 di Faenza e che sta tenendo banco  ininterrottamente a partire dalla manifestazione nazionale del 17  settembre.

 

Venerdì, infatti, viene il turno per le organizzazioni di Forlì- Cesena di animare la protesta che sta portando a migliaia di  consumatori le ragioni delle imprese agricole, vessate da un continuo  aumento dei costi di produzione e da un calo costante dei prezzi  all'ingrosso.

In programma c'è anche la distribuzione gratuita ai passanti della  frutta e della verdura provenienti dai campi. «Tanto per far capire  alla gente - spiega il presidente di CIA Forlì-Cesena, Maurizio  Solfrini ? che agli agricoltori ormai conviene regalare la frutta,  piuttosto che venderla, anche se i consumatori non se ne accorgono  perché i prezzi sugli scaffali sono addirittura aumentati».

Gli imprenditori agricoli lamentano, tra le altre cose, la completa  indifferenza del Governo rispetto alla situazione del settore. «La  Finanziaria non prevede alcuna risposta rispetto alle difficoltà che  stanno portando numerose aziende a chiudere i battenti», dice Claudio  Canali, presidente di Confagricoltura Forlì-Cesena. «E tra l'altro  tutte le promesse fatte sul rifinanziamento del fondo di solidarietà  finora non sono state mantenute», aggiunge Ivan Zagnoli, presidente  di COPAGRI Forlì-Cesena.

All'iniziativa del 25 settembre parteciperanno anche i rappresentanti  delle Organizzazioni di Produttori , ovvero quegli organismi voluti  dalla Unione Europea che accorpano le imprese agricol con compiti,  tra gli altri, di pianificazione e commercializzazione della  produzione. Il presidio si concluderà il 29 settembre con  un'ulteriore iniziativa di sensibilizzazione.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -