Faenza, riconoscimento dell'Argentina a Baccarini

Faenza, riconoscimento dell'Argentina a Baccarini

FAENZA - All'Ambasciata della Repubblica Argentina, si è svolta la cerimonia di conferimento all'avvocato faentino Pietro Baccarini delle insegne di ufficiale dell'Orden De Maio assegnate dalla presidente della nazione Argentina Cristina Kirchner. A consegnare l'onorificenza all'avvocato Baccarini, è stata l'ambasciatrice argentina Norma Nascimenbe De Dumont  che, nel rivolgersi agli ospiti della sede diplomatica, ha sottolineato come "Pietro Baccarini è fra quelle personalità straniere che per molti anni hanno illustrato, aiutato e promosso i rapporti tra l'Italia e l'Argentina sia sul pieno economico che culturale e non ha mancato di aiutare cittadini argentini di origine italiana nel grave momento di crisi che il nostro paese ha attraversato negli anni 2001 - 2002. Ha guidato numerose missioni di imprenditori e di istituzioni pubbliche italiane in Argentina ed ha ricevuto in Italia altrettanti operatori del nostro paese favorendo il nascere di situazioni economiche fruttuose".

 

L'avvocato Baccarini con l'istituzione della Camera di commercio italo-argentina, ha fornito  un importante  e prestigioso strumento  di relazioni tra i due paesi e l'ha presieduta dal suo nascere incontrando in Italia e Argentina realtà politiche, economiche e culturali sempre con l'obbiettivo di valorizzare le relazioni tra i due paesi. L'avvocato Baccarini ha ringraziato l'ambasciatrice pregandola di farsi portatrice del saluto suo e dell'intera Camera di commercio italo argentina alla presidente Cristina Kirchner.

 

"Sono molto lusingato di questo riconoscimento -  ha detto Baccarini, che ripercorrendo brevemente le tappe della sua relazione ultratrentennale con l'Argentina l'ha definita -oramai una sua seconda patria  per me per affezione, relazioni intessute e conoscenza del paese".

 

Alla cerimonia sono intervenuti autorità italiane ed argentine tra cui l'onorevole Dario Franceschini, Pierluigi Castagnetti, già vicepresidente vicario della Camera, Floriana De Santis della direzione centrale delle difesa civile già prefetto di Ravenna, il professor Giorgio Alberti rettore dell'Università di Bologna a Buenos Aires, l'ambasciatore Paolo Bruni, il cardinale Achille Silvestrini, il giudice Flavia Mazzini, Ferruccio Dardanello presidente di Unioncamere italiana, ed il Procuratore di Stato della nazione Argentina.

 

 

 

Da Faenza sono arrivati Franco Lasi in rappresentanza del Consiglio comunale e della città ed Elio Ferri, già vicesindaco e vicepresidente della Camera italo argentina e l'onorevole Gabriele Albonetti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -