Faenza: salto tecnologico per i portalettere, ecco il "postino telematico"

Faenza: salto tecnologico per i portalettere, ecco il "postino telematico"

Faenza: salto tecnologico per i portalettere, ecco il "postino telematico"

E' partito in questi giorni a Faenza il "postino telematico", un progetto di Poste Italiane che dà maggiore qualità al sistema di recapito della corrispondenza. Concluso il periodo di apprendimento che ha consentito ai 39 portalettere di Faenza di conoscere l'utilizzo dei nuovi strumenti elettronici in dotazione, l'uso dei terminali permette da subito di automatizzare tutte le attività finora svolte manualmente per i prodotti tracciati (raccomandate e assicurate) sia in fase di accettazione sia in fase di consegna; infatti, nel caso in cui il destinatario sia assente, viene sostituita con un nuovo formato la tradizionale cartolina gialla che avvisa del mancato recapito di una lettera raccomandata.

 

Con il consolidamento del nuovo servizio, Poste Italiane continua la fase di ulteriore evoluzione e semplificazione che fa leva sull'adozione di strumenti telematici per rendere più rapido ed efficiente il lavoro degli addetti al recapito dotandoli del palmare, grazie al quale il portalettere stampa l'avviso da lasciare al destinatario in cui sono indicate tutte le informazioni necessarie al cliente per il ritiro del plico. Ciò consente di ridurre i tempi di attesa allo sportello, grazie ai processi di informatizzazione attraverso cui l'operatore individua subito l'oggetto inesitato.

 

Il Centro di distribuzione di Faenza, dove lavorano 60 addetti fra portalettere e personale per le lavorazioni interne, provvede alla consegna della corrispondenza nel comune di Faenza per un totale di 15.000 civici a cui corrispondono circa 26.000 famiglie e 4.000 attività commerciali. Nel Centro di Distribuzione di via Naviglio il quantitativo medio di invii a firma lavorati mensilmente è di circa 30.000 oggetti (raccomandate, assicurate e atti giudiziari).

 

Il nuovo strumento aumenterà ulteriormente la capacità operativa e l‘efficienza del portalettere, trasformandolo in un piccolo Ufficio Postale itinerante che offrirà in futuro ai clienti l'opportunità di ricevere "a domicilio" un ampio menù di servizi postali e finanziari.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -