Faenza: si celebrano i 64 anni della Liberazione

Faenza: si celebrano i 64 anni della Liberazione

FAENZA - Faenza si appresta a celebrare il 64° anniversario della liberazione della città (17 dicembre 1944) dall'occupazione nazifascista con tre iniziative, programmate nei giorni 13, 16 e 17 dicembre prossimi.

 

La cerimonia ufficiale è programmata nella mattinata di sabato 13 dicembre 2008. Alle ore 9.15, nella Chiesa dei Caduti (in corso Matteotti), si terrà una santa messa officiata dal vescovo della Diocesi di Faenza e Modigliana mons. Claudio Stagni, con musiche liturgiche eseguite dagli allievi della scuola comunale di musica Sarti di Faenza; poi, alle ore 9.45, un corteo raggiungerà il palazzo comunale per deporre una corona alla lapide dei caduti della Resistenza.

 

Alle ore 10.00, in piazza del Popolo, nell'area della Torre civica, inaugurazione della lapide dedicata alle vittime civili faentine della seconda guerra mondiale, con deposizione di una corona di fiori e l'esecuzione del silenzio.

 

Sono quindi previsti gli interventi del sindaco Claudio Casadio, del presidente della Provincia di Ravenna Francesco Giangrandi, dell'assessore ai lavori pubblici e viabilità del Comune di Faenza Claudio Ronchini e dello storico Giuliano Bettoli, in rappresentanza dell'Associazione nazionale vittime civili di guerra.

 

Alle ore 10.30, nella sala consiliare di Palazzo Manfredi, dopo il saluto e l'introduzione del sindaco Claudio Casadio e del presidente della Provincia di Ravenna Francesco Giangrandi, è previsto un contributo storico della dottoressa Sara Ramina, dal titolo "Il Governo militare alleato nel Faentino".

La manifestazione di sabato 13 dicembre si concluderà al cimitero di guerra di S.Lucia, alle ore 11.45, con la deposizione di una corona di fiori in memoria dei militari degli eserciti alleati caduti per la liberazione di Faenza.

 

Alle iniziative della giornata parteciperanno rappresentanti delle Forze Armate, delle Associazioni partigiane, d'arme e combattentistiche, delle Associazioni di volontariato e delle scuole faentine

 

La seconda iniziativa è invece programmata per martedì 16 dicembre, alle ore 21.15, al cinema teatro Sarti di Faenza (via Scaletta, 10), dove sarà proiettato il documentario "Al di qua del fiume. Castelbolognese nella bufera della guerra 1944-1945", ideato da Angelo Minarini, con regia e illustrazione di Francesco Minarini, interviste a cura di Giovanni e Fabio Camerini, commento di Paolo Grandi, consulenza storica di Romano Rossi con la collaborazione dell'Associazione Romagna 1944/45.

 

Infine, mercoledì 17 dicembre, alle ore 15.00, al centro sociale Laderchi (corso Garibaldi, 2), proiezione del film "La notte di San Lorenzo", per la regia di Paolo e Vittorio Taviani (Italia, 1982).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le celebrazioni per il 64° anniversario della liberazione di Faenza sono promosse congiuntamente dal Comune di Faenza, dalla circoscrizione Borgo, dal Comitato unitario antifascista e dalla Provincia di Ravenna. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -