Faenza si tuffa nel medioevo: si avvicina "Storie d'Arme"

Faenza si tuffa nel medioevo: si avvicina "Storie d'Arme"

Faenza si tuffa nel medioevo: si avvicina "Storie d'Arme"

FAENZA - Si avvicina a grandi passi la III edizione di "Storie d'Arme - la Romagna dal XII al XVI secolo", primo grande evento di rievocazione medievale e rinascimentale ad essere ospitato a Faenza, ideale completamento al Palio del Niballo. L'edizione 2009 si svolgerà domenica 27 Settembre all'ombra delle mura che partendo da Porta Montanara costeggiano lo Sferisterio Comunale e Via Lapi. Un tuffo nel passato tra cavalieri quattrocenteschi, fotografia e spettacoli.

 

L'evento è organizzato da Rione Giallo, Associazione Sportiva Macrelli e la Condotta di Galeotto .

 

"Storie d'Arme" giunge alla terza edizione forte del consenso ottenuto nel 2007 e nel 2008: la qualità e l'originalità della manifestazione sono state premiate dall'apprezzamento del vasto pubblico accorso a visitare i campi degli armati, a gustarsi il gioco della palla a bracciale, ad emozionarsi grazie ai duelli e alla potente voce delle artiglierie.

 

Una giornata di festa in cui ci si potrà immergere nel passato: il fulcro della manifestazione sarà costituito dal grande allestimento dei campi degli armati, quest'anno ben tredici, ognuna specializzata nella rievocazione di diversi aspetti e periodi del medioevo e del rinascimento, dai cavalieri della compagnia di San Michele fino agli artiglieri di Domus Ignis, passando per le fanterie quattrocentesche e cinquecentesche della compagnia di S.Giacomo Maggiore, del Drago Oscuro, De Rebus Malatestianis, della Compagnia del Montone, Sparvieri Maledetti e Compagnia delle Armi di Teramo, gli arcieri della Confraternita della Fenice e della Rosa dei Venti, fino ad arrivare alle fanterie lanzichenecche de la compagnia della Fenice...

 

Gran parte delle compagnie presenti a Storie d'Arme ha preso parte alle riprese della serie di documentari "Pazzi per la Storia", realizzati da History Channel.

 

L'Osteria del Rione, organizzata dal Rione Giallo, proporrà un menù a tema disponibile sia a pranzo che a cena, dedicato ai sapori ed ai profumi della nostra terra.

 

Nello sferisterio nel pomeriggio si potrà assistere al meraviglioso spettacolo del Gioco del Pallone con Bracciale: quest'anno si svolgerà per la prima volta il "Memorial Macrelli", in onore del famoso giocatore faentino.

 

Nella mattinata sarà possibile assistere all'esibizione dei giovani sbandieratori; il mercato a tema sarà più ampio rispetto alla precedente edizione e sarà possibile ammirare all'opera cerusici e liutai, speziali e divertirsi con i giochi medievali.

 

Avrà poi il suo spazio l'intrattenimento medievale, ben rappresentato dalla compagnia di burattini "I Manfredini", che proporranno "Caterina, Leonessa di Romagna", e dalle rappresentazioni picaresche de "La compagnia della Forca" e della "compagnia del Cancello"; quest'anno sarà possibile entrare nel mondo delle danze rinascimentali, a cura della "Compagnia del Lauro" di Borgo San Sepolcro.

 

La giornata sarà costellata di eventi e intrattenimenti, esibizioni di armati, giullari, saltimbanchi, sbandieratori, musici e burattini, per poi culminare in serata, alle 19.30, nella grandiosa Battaglia Campale, uno spettacolo mai visto prima a Faenza: cento armati, picchieri,  arcieri, artiglieri che si batteranno senza esclusione di colpi, fino al corpo a corpo, spada contro spada.

 

Da una parte un esercito composto da soldati e mercenari, che si schiereranno per difendere la  città, dall'altra le armate di Cesare Borgia, detto il Valentino, che nel 1500 cinse d'assedio Faenza, nella rievocazione di una sortita ai danni degli occupanti; teatro dello spettacolo lo Sferisterio Comunale.

 

Gli appassionati di fotografia potranno poi partecipare al "I Concorso Fotografico Storie d'Arme": tra le foto effettuate durante la manifestazione e pervenute all'organizzazione, saranno selezionate le più rappresentative ed evocative, il regolamento e la scheda di iscrizione sono disponibili nel sito https://www.storiedarme.com.

 

Colorare di passato ciò che rimane delle mura della nostra antica città è un divertimento; occorre ridiventare bambini per scoprire quanto possa essere bello imparare divertendosi. Così "i medievali", come affettuosamente ci hanno soprannominato i bambini, tornano anche quest'anno a giocare con la storia. Non mancate!

 

Il Comitato Organizzatore "Storie d'Arme": Rione Giallo Faenza www.rionegiallo.it; A.S. O.Macrelli; "La Condotta di Galeotto" "Storie d'Arme - la Romagna dal XII al XVI secolo" è raggiungibile all'indirizzo www.storiedarme.com

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -