Faenza, sindaci tra i pendolari. I finiani: "Una passerella"

Faenza, sindaci tra i pendolari. I finiani: "Una passerella"

FAENZA -  In relazione alla manifestazione del 20 ottobre presso la stazione di Faenza, dove i pendolari del comitato RomBo (Romagna - Bologna) hanno invitato gli amministratori locali (e tra questi il vicesindaco di Cesena Carlo Battistini, il Sindaco di Forlì Roberto Balzani ed i consiglieri regionali del Pd Damiano Zoffoli e Thomas Casadei) per parlare dei problemi del trasporto su rotaia la coordinatrice del circolo provinciale di Forlì-Cesena di "Generazione Italia" - Legalità e democrazia", l'associazione politico culturale dei "finiani" , Elisa Petroni , attacca.

 

E' dichiara: "Del tutto inutile per gli amministratori di sinistra mettere in atto l'ennesima passerella di auto-propaganda , quando proprio da parte dei loro partiti e delle amministrazioni che si sono succedute per decenni al governo locale, di cui gli attuali sindaci sono esponenti ed eredi, per anni e decenni, hanno sistematicamente praticato una politica di depauperamento del territorio privando le nostre città di opportunità di crescita e di lavoro a favore del capoluogo regionale e senza garantire alla periferia alcun ritorno delle risorse economiche dirottate altrove. Quando si favoriscono e si continuano a favorire forti concentrazioni degli interessi economici a scapito delle realtà locali (non da ultimo quanto sta accadendo in relazione alla cosiddetta area vasta mobilità) senza al contempo predisporre strumenti di mitigazione, appaiono poi nient'altro che lacrime da coccodrillo le strumentali manifestazioni di solidarietà espresse da questi politici di sinistra verso quei cittadini, incolpevoli e in buona fede, che tali scelte sbagliate hanno pagato e pagano anche oggi sulla propria pelle".

 

E nel merito dei tanti problemi del trasporto ferroviario: "Ma lo sanno gli amministratori di sinistra che la situazione del trasporto ferroviario da più di una ventina d'anni è al limite dell'insostenibile: treni quasi mai puntuali o con ritardi non prevedibili, sporchi, spesso senza riscaldamento d'inverno e senza aria condizionata d'estate e soprattutto con un numero esiguo di carrozze così da rendere stipati fino all'inverosimile le centinaia di pendolari che si muovo in regione per studio o per lavoro? Lo sanno gli amministratori di sinistra che ad una certa ora di sera è letteralmente impossibile tornare a casa sulla tratta Forlì-Cesena e Bologna a causa della cancellazione delle corse ben prima delle 23/24? Lo sanno gli amministratori di sinistra che sono state falcidiate nel corso degli ultimi anni le cosiddette corse a 'lunga percorrenza"? Ritengo che non siano al corrente di tutto questo, altrimenti non avrebbero potuto trovare il coraggio di manifestare oggi (20 ottobre, ndr) in stazione a Faenza al fianco dei semplici cittadini manifestando loro solidarietà e lanciando i soliti facili slogan contro Governo ed Fs": con queste parole taglienti Elisa Petroni, coordinatrice provinciale di Forlì-Cesena di Generazione Italia, ha bollato l'iniziativa del comitato RomBo che ha visto la presenza dei sindaci e vicesindaci della Romagna".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -