Faenza: teatro della Favola, appuntamento con Cristina Ghinassi

Faenza: teatro della Favola, appuntamento con Cristina Ghinassi

FAENZA - Pronta a partire la rassegna Teatro della Favola proposta dal Teatro Masini di Faenza per la Stagione 2009/10. Il primo appuntamento sarà con Cristina Ghinassi, la nuova "scoperta" di Accademia Perduta/Romagna Teatri che produce lo spettacolo Chi la fa l'aspetti! Il cavaliere che diventò un fiore, fiaba-spettacolo per bambini e adulti nata dalla collaborazione di Cristina Ghinassi e Sabina Laghi e liberamente ispirata a Cecafumo, storie da leggere ad alta voce di Ascanio Celestini. Sipraio domenica 20 dicembre alle ore 16.

 

Chi la fa l'aspetti! Il cavaliere che diventò un fiore è una rivisitazione, ironica e originale, di Barbablù, fiaba di Charles Perrault, riproposta secondo un'interpretazione grottesca del male che evidenzia il trionfo del bene come conseguenza dell'ingegno e della furbizia femminile. La versione qui allestita è la riscrittura che Ascanio Celestini propone nel racconto Margherita da Cecafumo, storie da leggere ad alta voce.

Nella storia Barbablù è Magnagatti, cavaliere e aristocratico, proprietario di terre e boschi, costruttore di strade e città. L'uomo, dai perfidi propositi, si nasconde dietro la facciata di gentiluomo, e seduce numerose donne con ori, gioielli, castelli e macchine di lusso. Ma, dopo le nozze, le spose scompaiono misteriosamente. Sarà l'ultima di queste, Margherita, che, grazie al suo ingegno, svelerà l'arcano, riuscendo a sconfiggere Magnagatti.

L'intero spettacolo nasce da uno studio sulla tradizione popolare, col preciso intento di riscoprire il valore e il significato della fiaba. La messa in scena fonde narrazione, teatro e danza, lungo un sentiero di musiche e di evocazioni di tempi e spazi lontani, che si intrecciano, in modo grottesco e vivace, in una dimensione costruita tra la realtà e l'immaginario.

Magnagatti, Margherita, la madre e le sorelle sono i personaggi fantastici che animano la storia e il suo dipanarsi di voci, immagini e suoni, attraverso una chiave di lettura contemporanea della fiaba che qui prende vita con caratteristiche e spazi propri.

 

Biglietti: da 4 a 6 euro.

La vendita dei biglietti sarà effettuata il giorno di spettacolo a partire dalle ore 15 presso la biglietteria del Teatro Masini.

Info: 0546/21306 e www.accademiaperduta.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -