Faenza, torna la festa comunale del Partito Democratico

Faenza, torna la festa comunale del Partito Democratico

FAENZA - Dibattiti politici, musica, gastronomia, giochi e divertimenti vari: questo ed altro alla terza edizione della Festa comunale del Partito Democratico di Faenza, in programma da giovedì 26 agosto a lunedì 6 settembre in Piazzale Tambini, presso l'area Graziola. L'evento, il più imponente per la comunità faentina - sono attese oltre quarantamila presenze nell'arco delle dodici serate - è stato presentato stamane nel sede Pd di via Pistocchi. Lo hanno illustrato il segretario comunale del Pd Savino Dalmonte, il responsabile della festa Angelo Sportelli ed il segretario comunale dei Giovani Democratici Roberto Pasi.

 

"La nostra Festa - ha introdotto Dalmonte - è da sempre una festa popolare, un evento col quale il partito si apre all'incontro di tutta la comunità per condividere momenti di svago e di relazione. Durante la festa ci sarà spazio per dibattere sui temi economici, sociali e politici del nostro territorio parleremo della crisi economica, affronteremo i temi della scuola, dell'acqua come bene comune pubblico, del welfare e soprattutto quello del lavoro. Parleremo dell'Omsa, che è il simbolo della crisi sul nostro territorio, per poi allargare lo sguardo alla difficile situazione occupazionale. Proporremo a tutti i visitatori della festa di compilare un questionario, per raccogliere le opinioni della cittadinanza sulle questioni amministrative locali e sui temi politici nazionali. Vogliamo realizzare un Pd capace di stare in mezzo alla gente, pronto a costruire una proposta seria e credibile, in grado di governare coniugando sviluppo e solidarietà. In quest'ottica, le feste rappresentano un'occasione unica per continuare a diffondere i nostri principi e i nostri valori".


Angelo Sportelli ha poi ricordato la grande mole di lavoro dei quasi quattrocento volontari che si alterneranno alla festa. "Ce ne saranno tutte le sere una quarantina in cucina, mentre nel pomeriggio di ogni giorno una trentina di sfogline garantiranno la pasta fresca ogni giorno, una caratteristica di qualità e di buona cucina alla quale non intendiamo rinunciare". Al fianco del tradizionale ristorante con menù romagnolo e menù di pesce, ci sarà anche la pizzeria. "E poi avremo come sempre il piano bar, la libreria, la pesca gigante, lo spazio expo e la tombola". Confermata anche la presenza, in un'area interna alla Festa, di "Fuori Luogo", il Festival organizzato dai Giovani Democratici. "Organizzeremo un torneo di calcio saponato, giochi a quiz, tornei a premi e concerti musicali - ha ricordato Roberto Pasi - integrandoci alla Festa con un programma di iniziative riservate ai giovani ed ai giovanissimi, sui quali il Partito Democratico deve puntare per assicurarsi il futuro".

 

Apriranno l'evento, come sempre, i tradizionali fuochi artificiali, sparati nei cieli sopra Faenza giovedì verso le 22,45.

 

IL PROGRAMMA AL PALCO SPETTACOLI
Giovedì 26 agosto: Ballerini Cicognani, Fuochi Artificiali
Venerdì 27 agosto: Romagna Doc
Sabato 28 agosto: Sfilata di moda
Domenica 29 agosto: Nuova Romagna Folk
Lunedì 30 agosto: Gli Atroci
Martedì 31 agosto: Liscio come l'olio in festa
Mercoledì 1 settembre: Matteo Tarantino
Giovedì 2 settembre: Alida Ferrarese
Venerdì 3 settembre: Silvano Silvagni
Sabato 4 settembre: Luca Bergamini
Domenica 5 settembre: Frank David
Lunedì 6 settembre: Grande evento
Tutte le sere vendita di posti a sedere da 1 a 3 euro.

 

LE INIZIATIVE POLITICHE
Lunedì 30 agosto. I democratici per un nuovo governo dell'economia. Con
Stefano Fassina, responsabile nazionale Pd Economia e Lavoro; Claudio Casadio,
vice presidente della Provincia di Ravenna.
Martedì 31 agosto. I sindaci del territorio incontrano i cittadini. Con
Giovanni Malpezzi (Faenza), Fabio Anconelli (Solarolo), Daniele Bambi (Castel
Bolognese), Emma Ponzi (Riolo Terme) e Davide Missiroli (Brisighella).
Mercoledì 1 settembre. Acqua: un bene comune pubblico. Con Alessandro Bratti,
Commissione Ambiente della Camera; Sabrina Freda, assessore regionale all'
Ambiente.
Giovedì 2 settembre. Chi taglia la scuola, taglia il futuro. Con Anna Pariani,
vice capogruppo Pd Consiglio Regionale; Massimo Isola, vice sindaco Comune di
Faenza.
Venerdì 3 settembre. Il lavoro prima di tutto: Omsa e non solo. Con Ivano
Miglioli, Commissione Lavoro della Camera; Paolo Valenti, assessore provinciale
formazione professionale; Germano Savorani, assessore comunale attività
produttive.
Sabato 4 settembre. Faenza chiama Mbellacadiao (Senegal). Presso lo spazio
"Fuori Luogo", a cura dell'associazione Nuovi Materiali e della rete di
Mbellacadiao.
Domenica 5 settembre. Famiglie 2010-2015: risorse della comunità, le nuove
difficoltà, i progetti. Con Teresa Marzocchi, assessore regionale alle
politiche sociali; Antonio Bandini, assessore Comune di Faenza alle politiche
sociali.
Lunedì 6 settembre. Prepariamo giorni migliori per l'Italia. Con Stefano
Bonaccini, segretario regionale Pd; Savino Dalmonte, segretario comunale Pd di
Faenza.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -